Cronaca

Papa Francesco, pellegrino in Egitto nel segno della pace

“Pope of peace in Egypt of peace”, “Papa di pace nell’Egitto di pace”. Con queste parole Papa Francesco ha comunicato su Twitter lo stato d’animo con cui affronta il suo viaggio apostolico in Egitto.

Si tratta del suo diciottesimo viaggio internazionale: una visita di due giorni, interamente a Il Cairo, in cui si sommeranno le dimensioni interreligiose, l’abbraccio alla Chiesa copto ortodossa recentemente bersaglio degli attentati dell’Isis e l’incoraggiamento che egli porterà alla piccola comunità copto-cattolica.

Il Pontefice è partito questa mattina. L’airbus A321 di Alitalia è decollato alle 11.07 dall’aeroporto di Fiumicino. L’arrivo è previsto alle 14 all’aeroporto internazionale de Il Cairo. Dopo l’accoglienza ufficiale all’aeroporto della capitale egiziana, ci sarà la cerimonia di benvenuto che si svolgerà nel Palazzo presidenziale, a Heliopolis.

Qui il Papa renderà la sua visita di cortesia al presidente della Repubblica, Abdal Fattah Al-Sisi. Quindi, andrà in visita ad Al-Azhar, la maggiore università dell’Islam sunnita, e al grande imam Ahmad Al-Tayyeb, partecipando anche alla Conferenza internazionale sulla Pace organizzata dal grande ateneo islamico: il discorso del Papa, che seguirà quello del grande imam, è previsto intorno alle 16.00. Alle 16.40 ci sarà l’incontro con le autorità egiziane. Intorno alle 17.20 la visita al Patriarcato copto-ortodosso e l’incontro col patriarca Tawadros II, insieme al quale il Papa si recherà nella vicina Chiesa di San Pietro, bersaglio nell’11 dicembre scorso di un attentato rivendicato dall’Isis, con decine di morti e feriti.

Le motivazioni del viaggio le ha sintetizzate lui stesso in un videomessaggio. Bergoglio si dice “messaggero di pace“, auspicando che la sua visita “sia un abbraccio di consolazione e di incoraggiamento a tutti i cristiani del Medio Oriente”. Spiega che “il nostro mondo, dilaniato dalla violenza cieca che ha colpito anche il cuore della vostra cara terra, ha bisogno di pace, amore e misericordia, di costruttori di ponti”.

Il percorso dall’aeroporto al centro de Il Cairo è scandito da grandi cartelloni con l’immagine di Francesco e lo slogan del viaggio in arabo e inglese, «il Papa di pace nell’Egitto di pace».

Il viaggio apostolico del Pontefice si articolerà nelle giornate di oggi e domani. Domani, alle 10 la celebrazione della messa, in cui Papa Francesco pronuncerà l’omelia. In seguito, il pranzo con i vescovi egiziani, l’incontro con il clero cattolico e l’ultimo discorso. Per le 17 è fissata la partenza da Il Cairo, destinazione l’aeroporto romano di Ciampino, dove atterrerà alle 20.30 per fare rientro in Vaticano.

Come ha rivelato il Presidente del comitato organizzativo della visita, Anba Emanuel Iyyad, alla messa è prevista la partecipazione di 25mila copti, mentre il Segretario generale del governatorato del Cairo, Muhammad al-Sheykh, ha fatto sapere che per l’occasione è stato dichiarato lo stato d’emergenza per le strade della capitale.

Ovunque nelle strade de Il Cairo ci sarebbero misure di sicurezza raddoppiate in vista della visita, in collaborazione con il Ministero della Difesa, quello dell’Interno e la Chiesa cattolica egiziana. Sarà, in particolare, il quartiere di Zamalek, dove si trova la nunziatura apostolica che ospiterà il Papa, ad essere blindato, tant’è che il Ministero dell’Interno ha lanciato una vasta campagna di controlli e pattugliamenti per le strade.

Grande mobilitazione anche dei giovani cristiani egiziani, che ieri sera hanno organizzato veglie di preghiera nelle chiese cattoliche della capitale che si protrarranno anche nella giornata di oggi.

 

Patrizia Cicconi

https://metropolitandotblog.wordpress.com/2017/04/28/papa-francesco-pellegrino-in-egitto-nel-segno-della-pace/?iframe=true&theme_preview=true

Adv

Related Articles

Back to top button