Ci sono note che non smettono mai di emozionare. Canzoni che segnano le nostre vite e quando le ascoltiamo evocano immagini e ricordi. Pino Daniele è un artista indimenticato. A Napoli, poi, è simile ad una divinità, il suo nome si affianca a quelli di Diego Armando Maradona e Massimo Troisi. Sono questi gli eroi immortali di una città che si è vista fotografata, rappresentata nelle sue più profonde sfumature e celebrata. Pino Daniele si è proposto sin dagli esordi come l’interprete di una città difficile e ribelle, ineffabile e spiritosa. Lui ha saputo trasformarla in musica e in-cantarla.

Pino Daniele, la musica e gli amici

Musicista per vocazione, autodidatta nell’apprendere come suonare la chitarra. Pino Daniele ha innestato le sua passione per il blues nel substrato partenopeo ottenendo un mix unico e incomparabile. L’esperienza come bassista dei “Napoli Centrale”, il gruppo di James Senese, nel 1976 ha ulteriormente plasmato lo stile di Pino. Nel 1976 l’album di esordio, “Terra mia”, già conteneva, oltre alla canzone omonima, la famosissima “Napul’è”. Ma il boom vero e proprio fu nel 1979 quando uscì l’album “Pino Daniele” dal quale fu estratta “Je so’ pazzo”, una canzone trasgressiva e ribelle per l’epoca.

Pino Daniele Il cantautore di Napoli
Pino Daniele Il cantautore di Napoli – Photo Credits: Stretto Web

Pino Daniele è stato un cantautore molto prolifico e ci ha lasciato ventitré album in studio e sette dischi live, mentre sono innumerevoli le raccolte. Tantissime le collaborazioni. Tra le colonne sonore bisogna ricordare, una per tutte, quella per il film di Massimo Troisi, suo grande amico, “Pensavo fosse amore… invece era un calesse” e la canzone “Quando”. Troisi amava talmente tanto Pino che amava scherzare e dire che non era Pino che scriveva le canzoni per i suoi film bensì era lui che faceva i film per le musiche di Pino Daniele. Un capitolo a parte meriterebbero le collaborazioni. Jovanotti, Eros Ramazzotti, Giorgia, Emma Marrone, Irene Grandi sono solo alcuni degli artisti che hanno duettato con lui.

Impossibile citare tutti i capolavori della carriera di un così grande artista. A titolo parziale, sicuramente non esaustivo, è possibile ascoltare “Le corde dell’anima, Live & Studio”. La raccolta contiene alcune delle più belle canzoni che stimolano la curiosità e la conoscenza di un artista probabilmente infinito.
Seguici su Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA