Attualità

Post su Draghi con foto di Hitler, è bufera sull’assessore di Orvieto

Adv
Adv

Ѐ bufera sull’assessore del Comune di Orvieto Angela Maria Sartini, della Lega, finita nell’occhio del ciclone per un post pubblicato sul suo profilo Facebook, poi cancellato, con una foto di Hitler che, sorridente, parla al telefono e la scritta «Ciao Mario, volevo farti i complimenti», con riferimento al presidente del Consiglio, Draghi.

Il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani, che guida un’amministrazione di centrodestra, ha revocato le deleghe (politiche e servizi sociali, famiglia, istruzione) all’assessore.

«Alla luce dell’intollerabile e inopportuno post pubblicato da Angela Maria Sartini sul proprio profilo Facebook ho deciso di revocare le deleghe a lei assegnate in seno alla giunta comunale» ha scritto il sindaco Tardani sulla sua pagina Facebook ufficiale. «Si possono non condividere e criticare le decisioni di un Governo – ha aggiunto ancora – ma quanto pubblicato non può essere tollerato né giustificato e non voglio che sia minimamente accostato a questa amministrazione e in nessun modo alla storia e all’immagine della nostra città». In attesa di un confronto con la Lega e le altre forze politiche di maggioranza, ha concluso, «tratterrò a me le deleghe precedentemente assegnate all’assessore Sartini».

«Sospensione immediata». L’assessora della Lega al comune di Orvieto, Angela Maria Sartini, è stata allontanata dal suo partito. «Riteniamo il post del tutto inappropriato e di cattivo gusto», hanno sottolineato con una nota dalla Lega Umbria. «Anche il legittimo dissenso rispetto alle decisioni prese dal governo non può e non deve mai travalicare il buon senso. Ancora più grave tirare in ballo pagine di storia così dolorose. Nei prossimi giorni il direttivo regionale incontrerà lo stesso assessore per un confronto». L’assessora ha le deleghe a politiche e servizi sociali, famiglia, scuola, istruzione e formazione, giovani e futuro, pari opportunità e politiche di genere. Dopo numerose critiche, Sartini aveva rimosso il post.

Sartini è stata sospesa anche dalla Lega. «Riteniamo il post del tutto inappropriato e di cattivo gusto. Anche il legittimo dissenso rispetto alle decisioni prese dal Governo non può e non deve mai travalicare il buon senso. Ancora più grave tirare in ballo pagine di storia così dolorose. Nei prossimi giorni il direttivo regionale incontrerà lo stesso assessore per un confronto» ha sottolineato il Carroccio umbro. 

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button