Sport

Prima medaglia d’oro per l’Italia: Vito Dell’Aquila trionfa nel taekwondo

Vito Dell’Aquila ha vinto la medaglia d’oro nel taekwondo 58 kg a Tokyo 2020. In finale ha battuto il tunisino Jendoubi per 16-12 con una rimonta concretizzatasi negli ultimi secondi di gara. E’ la prima medaglia d’oro dell’Italia alle Olimpiadi giapponesi.

Dell’Aquila si era qualificato alla finale per l’oro del taekwondo, 58 kg, battendo in semifinale l’argentino Lucas Guzman.

Contro il tunisino Mohamed Jendoubi, Dell’Aquila combattera’ alle 21.45 ora locale, le 14.45 italiane.

Intanto la sfortuna ha fermato Alberto Bettiol mentre lotta nel gruppo dei primi della prova in linea su strada del ciclismo. L’azzurro è stato preso da crampi, e ha dovuto notevolmente rallentare, mentre stava tentando di rientrare sull’americano McNulty e l’ecuadoregno Carapaz che avevano guadagnato una quindicina di secondo di vantaggio a meno di venti chilometri dall’arrivo.

Su Instagram Dell’Aquila si definisce “un ragazzo semplice con alcuni grandi sogni”. Uno di questi sogni era l’Olimpiade. “Sono un evento incredibile, le sognavo fin da piccolo, ma è solo un primo passo verso altro: non voglio solo partecipare, vorrei ottenere il miglior risultato possibile” diceva in un’intervista solo qualche settimana fa. Nato a Mesagne, in provincia di Brindisi, il 3 novembre 2000, Dell’Aquila scopre il taekwondo a 8 anni: “Precisamente nel settembre 2008. Ero molto timido e mio padre, a cui piacciono le arti marziali, decise di portarmi nella palestra del Maestro Roberto Baglivo, che a Mesagne è molto conosciuto. Inizialmente era per me un gioco, andavo in palestra molto volentieri perché passavo i pomeriggi con gli altri miei coetanei invece di stare solo a casa a studiare o annoiarmi. Poi con i primi risultati è diventata una passione e adesso considero il taekwondo come una professione perché lavoro duramente per raggiungere i traguardi che mi pongo”. Nel 2018 entra a fare parte del Centro Sportivo Carabinieri. Nel novembre 2019 vince il titolo europeo nei -58 kg a Bari, davanti ai suoi tifosi. Un mese dopo, a Mosca, strappa il pass per Tokyo e vince l’oro al Grand Prix final di Mosca, competizione riservata ai migliori 16 al mondo, battendo addirittura in finale il numero uno del ranking il coreano Jun Jang. 

E’ della cinese Yang Qian il primo oro dell’Olimpiade di Tokyo. Si è imposta nella gara della carabina 10 metri donne. Argento alla russa Anastasiia Galashina, bronzo alla svizzera Nina Christen.

Back to top button