Recensione

Prodotti di cui oggi le attività non possono fare a meno: il parafiato in plexiglass

Da un giorno all’altro ci siamo ritrovati a vivere in piena pandemia, una condizione questa che nessuno di noi conosceva, una condizione questa che ha modificato il nostro modo di vivere, il nostro modo di lavorare. Chi ha un’attività al pubblico si è trovato infatti a fare i conti con la necessità del distanziamento sociale, oltre che dell’utilizzo della mascherina. Si è trovato a fare i conti con la necessità di avere sempre del gel igienizzante per le mani a disposizione, di sanificare gli ambienti lavorativi quanto più spesso possibile, di aerare i propri locali in modo davvero molto frequente. Senza dimenticare ovviamente tutti quegli oggetti che sono ormai diventati, proprio a causa della pandemia da Covid 19, parte dell’allestimento di ogni attività al pubblico, come ad esempio il parafiato plexiglass.

Parafiato plexiglass, perchè é un prodotto di cui non si può fare a meno

Distanziamento sociale e mascherina che copre sia la bocca che il naso in modo impeccabile, questi sono due elementi da cui nessuna attività può prescindere. È bene però disporre anche di un parafiato, da posizionare laddove il distanziamento potrebbe risultare un po’ complicato, come ad esempio la zona della cassa nei negozi oppure la zona della reception negli alberghi. Il parafiato consente di garantire una protezione semplicemente eccellente per entrambe le parti in gioco, per il lavoratore quindi così come per il cliente stesso, così che sia possibile scongiurare il rischio di diffusione del virus.

C’è chi si chiede per quanto tempo ancora sarà necessario utilizzare il parafiato nelle proprie attività. È una domanda più che lecita questa, dato che senza dubbio il parafiato non è da considerarsi come un elemento bello dal punto di vista estetico e dato che questo distanziamento con cui dobbiamo convivere in questo momento non piace a nessuno. Il problema è che la strada per la risoluzione della pandemia da Covid 19 è ancora molto lunga. Non solo, sembra che molte attività abbiano già deciso di utilizzare anche in futuro il parafiato, così da scongiurare altri rischi. Perché ormai abbiamo capito che le malattie possono sopraggiungere quando meno ce lo aspettiamo.

Dove acquistare il parafiato in plexiglass

Il parafiato in plexiglass è un prodotto che sino a qualche mese fa era difficile da trovare. Oggi che viviamo in piena pandemia è invece un prodotto di semplice reperibilità. Oltre a poterlo acquistare presso i negozi specializzati in articoli da lavoro, può essere acquistato anche direttamente online. Pensa che anche alcune tipografie online ne hanno a disposizione svariati modelli tra cui scegliere. È una una cosa buona, in questo modo infatti si ha la possibilità di aggiungere il parafiato al prossimo ordine di volantini o allestimenti per il negozio e per le fiere.

Sono disponibili parafiato in diversi modelli. Ci sono modelli di varie dimensioni infatti, del tutto chiusi oppure con aperture, privi di protezione laterale o con proiezioni, stampabili o meno, non c’è insomma che l’imbarazzo della scelta così da scovare il parafiato più adatto per le propria attività, sia per quanto concerne la funzionalità che anche per quanto concerne ovviamente la resa estetica. È vero, un parafiato non è un elemento che valorizza 65 un ambiente, ma possiamo assicurare tutti i lavoratori che scegliendo il giusto modello non si andrà neanche a svalorizzarlo e si potrà ottenere un buon effetto visivo.

Alessia Spensierato

Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."
Back to top button