Dalla prossima stagione il regolamento DTM potrebbe adottare nuove misure per incrementare lo spettacolo in pista, modificando Push-To-Pass e DRS

Regolamento DTM – Il 2020 potrebbe vedere alcune novità dal punto di vista regolamentare per quanto riguarda l’utilizzo del Push-To-Pass ed il DRS. L’idea di ITR, gli organizzatori del campionato, è quella di incrementare lo spettacolo nei circuiti dove i sorpassi sono più difficili. Ci riusciranno con le modifiche che saranno apportate al regolamento del DTM?

Regolamento DTM l'Indy restart
Indy restart, ancora presente nel regolamento DTM – Photo Credit: DTM.com

Push-To-Pass e DRS cosa cambia?

La potenza extra del Push-To-Pass, presente nella serie tedesca dal 2019, verrà confermata nella prossima edizione del campionato. Il sistema per il 2020, regalerà ai piloti la possibilità di avere un raddoppio di potenza rispetto ai 30CV del 2019.

Con la nuova regola per l’aumento del flusso di carburante, il Push-To-Pass potrà essere azionato senza il rischio di problemi ai motori. I piloti avranno a disposizione il Push-To-Pass per un totale di 24 volte contro le 12 previste nel regolamento della stagione 2019.

Per quanto riguarda il DRS, tutti avranno l’occasione di utilizzare dell’ala mobile senza avere limitazioni legate alla distanza della vettura che precede. Dovrebbe restare invariato il limite di utilizzi: 12 volte a gara. Questo numero che dovrebbe variare in base alle caratteristiche dei circuiti per garantire spettacolo ovunque.

Regolamento DTM 2020
Aston Martin e BMW al Norisring con il DRS – Photo Credit: DTM.com

Regolamento DTM approvato da tutti

Il nuovo regolamento per il DTM 2020 è stato accolto con soddisfazione da Audi e BMW importanti poiché le due case che hanno la facoltà di esprimere il diritto di veto su tutte le decisioni. Non conosciamo l’opinione in merito di Aston Martin, costruttore che si deve adattare alle regole senza poter controbattere.

Le novità, già provate nei recenti rookie test di Jerez, saranno riproposte durante i test – prestagionali di Monza.

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA