Lavorare da casa non è solo l’ultima delle tendenze digitali; con la situazione di emergenza dettata dal Coronavirus, sono molte le aziende e gli uffici che si sono affacciati al mondo dello smartwork, scoprendo che lavorare da remoto, tutto sommato, non è da meno.

Non si può, e probabilmente non si deve, sottovalutare i settori che consentono di operare ovunque il professionista si trovi e se da un lato, l’asfissiante ricerca del “posto sicuro” è ancora l’obiettivo di molti, sono in tanti coloro che preferirebbero invece aprire la sede della propria attività presso l’indirizzo domiciliare.

Se sei tra questi individui, non c’è assolutamente da vergognarsene. Anzi, ti invitiamo a pensarci, considerando cosa non deve mancare sulla tua potenziale workstation casalinga. Iniziamo!

Il computer

Banale e forse prevedibile, la presenza di un computer in un ufficio è essenziale. Soprattutto se il mestiere che si svolge è legato alla propria presenza online, dotarsi di un dispositivo in grado di ottemperare a tutte le necessità del professionista è imperativo. Non pensate di prendere la strada più breve acquistando un tablet, non sarà mai all’altezza di un caro, vecchio e performante desktop pc.

Cuffie

Si avete letto bene; il computer non serve solo per lavorare. Con un paio di cuffie è possibile prendersi un break di 5 minuti ascoltando un brano musicale e raffreddare i toni un po’ troppo frenetici della giornata lavorativa che vi si prostra davanti. Tuttavia, bisogna anche essere multitask e quando riceverete una telefonata la cui durata sapete già che durerà troppo e avrete ingiustamente occupato una mano utile a continuare ciò che stavate facendo, le cuffie saranno proprio sulla vostra scrivania… Pronte a salvarvi del tempo utile.

Carta e penna

Suvvia, non pensavate davvero che la tecnologia potesse realmente eliminare la necessità primordiale di cellulosa e inchiostro? Ebbene, se lo stavate pensando forse dovreste riconsiderarlo dato che avere delle penne e della carta su cui compilare svariati dati, è assolutamente di vitale importanza. Soprattutto se la vostra attività prevede l’utilizzo di carta intestata per fornire della documentazione per i clienti, non potete esimervi dal procurare il giusto quantitativo di materiale cartaceo.

Stampante

Leggete il paragrafo precedente, poi farete 2 + 2. Stampa carta intestata prima, stampa documento dopo, questo dispositivo si dimostrerà fondamentale per qualsiasi cosa che sia anche lontanamente legata alla gestione del vostro materiale burocratico. Insieme alla stampante, poi, considerate di accorpare anche un buon scanner (meglio se integrato), poiché ha quasi la stessa importanza.

Una comoda sedia

Se tutto va bene, dovrete immaginare di passare gran parte della vostra giornata seduti sulla workstation che vi siete costruiti. Da questo punto di vista, la compagna ideale è una sedia comoda, ergonomica e perché no, anche esteticamente appagante e confortevole.

L’illuminazione

Computer, documenti, post-it a dire basta e una valanga di caratteri minuscoli… Non vorrete trascurare proprio la vista? In un ufficio degno di questo nome, a farla da padroni è proprio l’illuminazione. Dovrete passare molte ore a leggere e a scrivere per qualsivoglia motivo, quindi è importante fare in modo che la luce filtri bene e in modo abbondante. Per le ore notturne invece, cercate di essere già fuori o se non ci riuscite, fate in modo che le lampadine siano correttamente disposte e che irradino il quantitativo di luce necessario affinché gli occhi non si sforzino troppo.

A questo punto potremmo suggerirvi un “distruggi-documenti”, ma questo è solo quello che diremo a qualcuno che lavoro in ambiti non del tutto legale come farebbe Jimmy McGill. E non siete voi, giusto?

© RIPRODUZIONE RISERVATA