Le prossime stagioni di IMSA e WEC potrebbero vedere delle grandissime sorprese grazie alla convergenza IMSA-ACO siglata lo scorso weekend. Tra queste, Roger Penske potrebbe tornare alla 24 Ore di Le Mans dopo mezzo secolo.

Roger Penske Le Mans – Ai margini della 24 Ore di Daytona corsa lo scorso weekend, il mondo endurance è stato protagonista di un accordo storico tra IMSA ed ACO per le prossime stagioni. La convergenza tra le due categorie porterà la realizzazione di un’unica categoria denominata LMDh cogliendo il plauso di molti costruttori e scuderie. Tra queste troviamo scuderie del calibro di McLaren e Penske Racing.

Roger Penske Le Mans
Roger Penske a Le Mans nel 1963 sulla Ferrari 330 TRI/LM con Pedro Rodriguez – Photo Credit: Endurance-photos.org

Il fondatore della scuderia americana, Roger Penske, ha parlato ai microfoni di Motorsport.com di un suo possibile ritorno alla 24 Ore di Le Mans. Penske partecipò alla classica sul Circuit de la Sarthe sia come pilota nel 1963 con Pedro Rodriguez che come costruttore nel 1971 con Mark Donohue e David Hobbs. In entrambe le occasioni Penske utilizzò una Ferrari. Tuttavia, il suo ritorno alla 24 Ore di Le Mans avverrebbe solamente se dovesse avere una vettura in grado di lottare per la vittoria.

“Al momento noi possiamo correre qui a Daytona, possiamo fare la Petit Le Mans e possiamo correre a Sebring. Le Mans è una di quelle corse che non abbiamo mai potuto vincere. In passato, sono stato a Le Mans due volte. Noi ci dobbiamo andare e potere lottare per la vittoria generale. E’ una cosa ironica, ma basti guardare alla 24 Ore di Daytona di quest’anno; ci sono sei DPi contro cui correre. Abbiamo bisogno di almeno 20 prototipi per rendere la corsa avvincente. Le Mans non ha bisogno di tre Toyota, due Peugeot e quattro Porsche: servono 25 vetture”Roger Penske

Roger Penske Le Mans
La Acura ARX-05 di Montoya/Cameron/Pagenaud alla 24 Ore di Daytona 2020 – Photo Credit: Team Penske

Quanto pronosticato da Roger Penske potrebbe realizzarsi proprio grazie alla nuova classe LMDh. Oltre a Penske Racing – che appoggia il progetto Acura nell’IMSA – e McLaren, troviamo anche Glickenhaus, Ford, Lexus, Lamborghini ed ORECA che potrebbero essere coinvolte. Vedremo una classe regina alla 24 Ore di Le Mans con tutti questi costruttori in futuro?

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA