17.3 C
Roma
Maggio 18, 2021, martedì

Roma tra incertezze e preoccupazione, la situazione dei lavoratori

- Advertisement -

La pandemia sta causando non poche preoccupazioni sia da un punto di vista sanitario che economico. Dalle piccole alle grandi imprese di tutto il mondo, si assiste a una crisi che porta con sé un’ondata di conseguenze, che si abbatte sui lavoratori e su molti dei settori ritenuti importanti per l’economia mondiale.

Roma, che è sicuramente un punto di riferimento tra le città italiane, ha visto scendere in manifestazione il Movimento Politico Autonomi e Partite IVA a sostegno delle imprese, dei professionisti e dei lavoratori autonomi per amplificare la voce di quanti, in questo clima di forte incertezza, hanno subito una produttività ridotta al limite dalla chiusura prolungata delle proprie attività.

La situazione attuale delle imprese e dei professionisti sul territorio romano ha sicuramente visto giorni migliori; come è noto, la città è tra le mete turistiche italiane per eccellenza ma è anche fulcro di una certa presenza industriale. Vediamo nel dettaglio, dunque, cosa sta succedendo nella capitale.

Alcuni dati sulla situazione di Roma

Secondo alcune ricerche condotte da Confartigianato di Roma,e come riportato su Ansa, la città sta soffrendo la perdita di circa 4 miliardi di euro a causa della riduzione dei consumi e altri 4 miliardi per l’interruzione delle attività turistiche.

E ancora, più del 30% delle attività artigianali rischia di chiudere definitivamente. E così, un titolare su quattro non sarà in grado di riprendersi, dichiarandosi irrecuperabile.
I settori maggiormente colpiti sono quelli della ristorazione, il settore alberghiero, le imprese artigianali, il manifatturiero e le ditte unipersonali.

Insomma, il nostro paese sta attraversando un periodo decisamente non propizio; tuttavia, l’ago della bilancia rimane in equilibrio tra gli scoraggiati e gli ottimisti che al contrario, auspicano una ripresa a metà dell’anno corrente grazie anche alla campagna di vaccinazione ormai in corso da qualche mese.

Uno spiraglio di luce arriva dalle indiscrezioni che sono trapelate sulle possibili riaperture nel mese di maggio, soprattutto nei settori della ristorazione, cinema e centri sportivi.

Le richieste di imprese e professionisti e le misure di sostegno

Durante la manifestazione a Roma – ma anche in tante altre occasioni – il movimento a sostegno delle imprese, professionisti e autonomi ha avanzato alcune richieste per iniziare a uscire dalla profonda difficoltà economica, tra cui:

  • sospensione di tasse e contributi e delle accise nei periodi di chiusura forzata di tutte le attività:
  • proroga degli sfratti commerciali di attività in crisi;
  • risarcimento dell’80% delle perdite aziendali sulla base di fatturati a partire dall’anno 2018.

Tra le ulteriori misure di sostegno abbiamo anche:

  • stanziamento di oltre 32 miliardi di euro, di cui 11 miliardi di euro a fondo perduto destinati alla tutela dei possessori di Partita IVA (attività d’impresa, arte, enti non commerciali e terzo settore);
  • eliminati i riferimenti ai Codici ATECO per un meccanismo di calcolo più equo per piccole e medie imprese e sempre sulla base dei fatturati;
  • istituito un fondo di 200 milioni di euro a sostegno delle grandi imprese con un numero di dipendenti che va dai 250 in poi che sono in crisi a causa del Covid-19 e su un fatturato superiore a 50 mila euro, erogati tramite concessioni di finanziamenti agevolati rimborsabili in 5 anni.

Chiaramente non si sa se le condizioni verranno accettate e messe in pratica dagli organi competenti, tuttavia esistono già delle misure di “contenimento” presso l’INPS che possono essere di utilità in base anche alla necessità e alle condizioni dell’impresa richiedente.
In ogni caso, qualsiasi decisione si voglia intraprendere, tra cui ammortizzare le perdite grazie ai ristori previsti in questi mesi, è comunque consigliabile sentire prima di tutto il parere di un commercialista esperto, che sappia guidare lavoratori e/o gli imprenditore verso una maggiore consapevolezza delle possibilità a cui affacciarsi, in questa situazione di caos.

Tra i servizi di consulenza più attivi nell’assistere professionisti e imprenditori sul territorio romano in questo periodo difficile, che purtroppo dura ormai da quasi 14 mesi, troviamo il Servizio Contabile Italiano. Coloro che sono interessati ad un contatto oppure una consulenza possono visitare questa pagina web.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Mr. Redhttps://metropolitanmagazine.it/
Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -