Rugby

Rugby, Nigel Owens sotto accusa

Adv

Anche i migliori sbagliano, stavolta è toccato a Nigel Owens. Per lo meno è quello che pensano i tifosi iralndesi dopo la partita contro l’Inghilterra in occasione dell’Autumn Nations Cup. Ecco cosa contestano i tutti verdi.

Nigel Owens, a volte anche i migliori sbagliano

Nigel Owens, considerato uno dei migliori arbitri di rugby al Mondo. Appartenente alla federazione gallese, arbitra partite internazionali da quasi 20 anni ed è l’arbitro che ha diretto il maggior numero di test match internazionali. Non solo, ha partecipato a quattro coppe del mondo oltre che diversi sei nazioni, Champions e Challenge Cup. Inoltre è stato il primo arbitro al mondo a fare Coming Out e dichiarare la propria omosessualità.

Insomma Nigel Owens negli ultimi 20 anni, per chi non lo conoscesse, è stato uno dei personaggi più mediatici del rugby a livello internazionale.

Ieri si è giocata la partita valevole per il secondo turno dell’Autumn Nations Cup tra Inghilterra e Irlanda. Sul campo non c’è stata storia, dove abbiamo trionfare l’Inghilterra con il risultato finale di 18-7. Ai fan irlandesi non è andata però giù la scelta proprio di Nigel Owens che in occasione del Match era designato al TMO, quindi giudice televisivo.

Quello che ha fatto scatenare gli irlandesi è stato il fallo sanzionato ai danni di Tom Curry (Inghilterra), subito da Quinn Roux (Irlanda). Infatti Nigel Owens dalla sua postazione ha richiamato l’arbitro Pascal Gauzere per una presa sul collo in ruck, considerata secondo gli irlandesi come infrazione tecnica, che qualche tempo fa non sarebbe stata neanche ripresa.

A far infuriare gli irlandesi è stato però il fatto che la stessa infrazione è stata commessa dall’Inglese Jamie George pochi minuti prima ed è passata impunita dal team arbitrale non avendo il richiamo proprio da parte dell’arbitro gallese.

Su questo fatto si sono scatenati, non solo i fan irlandesi ma anche giornalisti ed esperti del settore rugbystico. Soprattutto sui social molte le accuse e i post dedicati nei confronti dell’arbitro gallese di essere imparziale. Per molti è stata una “chiamata ridicola.”

Di certo, Nigel Owens non le manderà a dire e si sta già preparando una risposta piccante per alimentare audience su questa situazione. Vediamo come si evolve la situazione.

Continua a seguire il rugby sulle pagine di Metropolitan Magazine.

Fabrizio Graziosi

Adv
Adv
Adv
Back to top button