Calcio

Serie B, Cesena – Ascoli 0-2: Varela inguaia mister Camplone

In Serie B l’Ascoli espugna il “Manuzzi” battendo il Cesena con un super Varela. Ora per Camplone si fa difficilissima.

 

La quinta di Serie B, riserva al Cesena lo scontro salvezza con l’Ascoli, che in classifica ha solo tre punti, uno in meno rispetto a quelli collezionati dalla formazione di Camplone.

Equilibrio – I padroni di casa partono con una verve migliore, sebbene del primo quarto d’ora di gioco, fatta eccezione di una conclusione di Jallow al 3’ minuto bloccata da Lanni, vi sia poco da raccontare.

L’Ascoli un po’ alla volta sistema il proprio schieramento, fatto utile sia per fermare meglio le trame offensive del Cesena, sia per proporre con più efficacia le proprie.

Al 22’ l’Ascoli minaccia la porta avversaria con Mignanelli, che da posizione particolarmente defilata sulla sinistra, prova a superare il portiere cesenate con un tiro a mezza altezza, ma la risposta di Fulignati in tuffo è efficace quanto basta per salvare la sua porta.

Tre minuti più tardi Cacia scappa sulla destra e prova a servire al centro dell’area Jallow con un cross basso, azione molto interessante, ma l’attaccante del Cesena si fa pizzicare in fuorigioco. Qualcosa di simile avviene anche al 27’, questa volta la giocata che risulta inutile è quella di Mordini, gli uomini in fuorigioco Jallow e Cacia.

Al 29’ ancora Jallow prova la via del gol, ma dopo aver ricevuto la sfera all’interno dell’area, temporeggia troppo a lungo prima di tentare la conclusione di destro, il pallone termina di nuovo tra le braccia di Lanni, ed il risultato rimane fermo sullo 0-0 iniziale.

Interessante è anche l’iniziativa solitaria di Mordini al 34’, il quale porta scompiglio nella difesa ascolana dalla sinistra, il suo destro è tuttavia deviato in angolo dalla difesa.

Qualche minuto più avanti, Varela cerca con un insidioso traversone qualche suo compagno in area, Esposito capisce tutto e ripulisce con ottimo tempismo la propria area di rigore, evitando che la situazione si complichi ulteriormente.

A cinque dalla fine Baldini dalla sinistra, cerca di creare pericoli dalle parti di Fulignati, ma il suo cross al centro dell’area non trova nessuno dei suoi compagni ben appostato.

La conclusione troppo alta da circa 28 metri su calcio di punizione di Gigliotti, chiude virtualmente il primo tempo di una gara nell’insieme caratterizzata da un buon ritmo, grande equilibrio e nessun gol.

Varela – Si riparte con il Cesena che si propone pericolosamente sul versante di destra con Nardini, il suo servizio aereo è appena toccato di testa da Jallow, ma la sfera continua la propria corsa verso il fallo laterale, senza impensierire l’estremo difensore dell’Ascoli.

Brividi veri lsulla schiena dei tifosi di fede ascolana, li fa venire un velenoso tiro basso di Jallow al 54’, la conclusione del gambiano non è forte, ciò nonostante finisce larga di pochi centimetri con Lanni apparentemente sorpreso dalla traiettoria del pallone.

Al 61’ Carpani cerca in area Favilli con un traversone operato dalla destra della trequarti, l’attaccante ospite si coordina apparentemente bene, ma la sua spizzata aerea manda il pallone troppo largo rispetto allo specchio della porta difesa da Fulignati.

Jallow, di certo il più attivo dei suoi nel settore avanzato, cerca il gol al 68’, l’attaccante si libera per il tiro dal limite dell’area, ma la traiettoria è imprecisa ed il pallone vola in curva. Lo stesso Jallow è poi sfortunato al 71’, quando arriva in ritardo di un niente ad un passo dalla porta, sul pallone scagliato in area dalla sinistra da Mordini.

Sul finire del match valevole per il quinto turno di Serie B, si accendono gli animi, ma Illuzzi seda gli animi con un paio di cartellini gialli. All’83’ Favilli tenta la via del gol con un sinistro ad incrociare che manca di poco la porta.

Ma è nei minuti successivi che si decide la gara. Prima Varela fulmina con il suo sinistro il portiere avversario per il momentaneo vantaggio ascolano, poi all’87 l’argentino veste i panni dell’assist man e permette a Baldini di aumentare il bottino con un destro ben calibrato sul quale nulla può fare Fulignati.

L’Ascoli, grazie ad un Varela da sogno, centra tre punti d’oro, e contemporaneamente inguaia, e non poco, la situazione del Cesena e del suo tecnico, entrambi fischiati alla fine dell’incontro dal pubblico del “Manuzzi”. Campionato di Serie B severo con il Cesena, che pure, in questa circostanza, non ha demeritato.

 

 

Il tabellino

Cesena – Ascoli 0-2

Marcatori: 84’ Varela (A), 88’ Baldini (A)

(Primo tempo 0-0)

Cesena (3-5-2): Fulignati; Rigione, Esposito, Scognamiglio; Dalmonte (75’ Sbrissa), Kone, Laribi, Di Noia (66’ Fazzi), Mordini; Cacia, Jallow (79’ Gliozzi). A disp.: Agliardi, Melgrati, Eguelfi, Schiavone, Moncini, Panico, Donkor, Kupisz, Setola. All.: A. Camplone

Ascoli (4-3-3): Lanni; Mogos, Padella, Gigliotti, Mignanelli (67’ Pinto); Carpani, Buzzegoli, Bianchi (92’+2’ Addae); Varela, Favilli (90’ Rossetti), Baldini. A disp.: Venditti, Ragni, De Santis, Santini, De Feo, Parlati, Cinaglia, Florio, Clemenza. All.: F. Fiorini

Arbitro: L. Illuzzi

Note – Ammoniti: Mordini (C), Padella (A), Di Noia (C), Gigliotti (A), Scognamiglio (C)

 

 (Fonte foto: pagina FB A.C. Cesena Pagina Ufficiale)

Adv

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?

Related Articles

Back to top button