Gossip e Tv

Silvia, chi è la figlia malata di Sonia Bruganelli e Bonolis: “È stato difficili e siamo stati in crisi”

Silvia Bonolis è la figlia di Paolo Bonolis e di sua moglie Sonia Bruganelli. In diverse occasioni, i due hanno parlato della malattia che l’affligge e rende difficile la sua vita, un problema cardiaco insorto alla nascita che Bonolis definisce “molto grave”. “È stata operata e dopo l’operazione ha avuto un’ipossia cerebrale che le ha comportato dei danni motori”, ha dichiarato ancora il conduttore. In origine, Silvia aveva un danno cardiaco a cui i medici avrebbero potuto porre rimedio con un’operazione. L’intervento, purtroppo, non è andato a buon fine, o almeno non del tutto, dal momento che la piccola ha avuto un infarto e una serie di altri danni. I suoi disturbi, al momento, si limitano all’area neurologica, senza estendersi a quella cognitiva. “Sta recuperando, ma non è autonoma, vederla oggi a 18 anni che non è indipendente un po’ fa male”, prosegue Bonolis.

Sonia Bruganelli e Paolo Bonolis hanno avuto tre figli: Silvia, Davide e Adele. Oggi Silvia è diventata maggiorenne, ma non è ancora autonoma come la maggior parte delle sue coetanee. La ragazza, infatti, è affetta da un grave disturbo motorio e del linguaggio che la penalizza in molte attività quotidiane. Silvia ha dovuto sottoporsi a diverse cure e terapie sin da quando era piccola, il che ha migliorato molto la sua situazione, anche se ancora oggi deve fare i conti con gli strascichi di quell’operazione andata male

Per agevolare i suoi spostamenti, Bonolis e consorte si servono spesso del loro jet privato, scelta che è valsa diverse critiche soprattutto a Sonia. La donna, molto attiva sui social, ha voluto condividere anche questo ‘dettaglio’ relativo ai loro viaggi superconfortevoli, suscitando così le reazioni ‘forti’ (talora ‘spropositate’) del web. Sonia si è difesa asserendo che l’aereo è un modo per rendere la vita più facile a Silvia, considerando anche il fatto che lei, suo marito e gli altri suoi figli amano molto viaggiare.

“Paolo è il mio migliore amico – dice parlando di suo marito – Ora stiamo bene insieme in maniera molto adulta”. E aggiunge:

“Risposerei certamente Paolo, ma questa volta senza correre come abbiamo fatto, Aspetterei, perché ci siamo vissuti poco prima. Lui ha vissuto solo le mie follie, le mie insicurezze. Forse avrei preferito che ci fossimo incontrati adesso, perché io sono cambiata tanto e lui è cambiato nei miei confronti”.

Qualcosa che col tempo è entrato a far parte della vita quotidiana. Silvia, che oggi ha 18 anni, a causa di un’ipossia sopravvenuta a sette giorni dall’intervento ha riportato dei danni permanenti e la sua giovane vita è fatta di conquiste quotidiane. Una cosa che inevitabilmente commuove Sonia Bruganelli: “Ora quando mi dice ‘mamma ti amo’ è meraviglioso”.

Adv

Related Articles

Back to top button