22 C
Roma
Maggio 10, 2021, lunedì

Sostenibilità: sempre più diffusa la carta ecologica e riciclata in ambito professionale

- Advertisement -

L’Italia si conferma leader in Europa per la capacità di riciclo dei rifiuti, con una quota del 79% rispetto a una media europea del 39%, come indicato dal rapporto Greenitaly 2020 di Symbola.

La sostenibilità è sempre di più una delle priorità anche in ambito professionale, con l’Istat che certifica come 2 imprese su 3 nel nostro Paese siano impegnate attivamente nella riduzione dell’impatto ambientale.

Un approccio più eco-friendly passa per l’utilizzo di carta ecologica e riciclata all’interno dell’azienda, una soluzione che consente non solo di diminuire le emissioni di CO2 in modo significativo, ma permette anche di preservare le foreste e ridurre sensibilmente il taglio degli alberi. Le scelte green delle imprese hanno importanti ricadute sulla collettività, inoltre garantiscono effetti positivi sull’immagine del brand e la fiducia dei dipendenti.

Come scegliere la carta più adatta per la sostenibilità dell’ambiente di lavoro

Per aumentare la sostenibilità della propria organizzazione è indispensabile iniziare dalla scelta della carta giusta, considerando l’impatto ambientale e le esigenze applicative all’interno del luogo di lavoro.

Per prendere decisioni in linea con le proprie necessità, è allora indispensabile avere una panoramica delle varie soluzioni presenti sul mercato: un aiuto, a questo proposito, arriva dalla guida sulla classificazione dei vari tipi di carta proposta dal magazine online di Lyreco, leader europeo nella fornitura di articoli per ufficio e per l’ambiente di lavoro per aziende e professionisti.

Innanzitutto, bisogna comprendere le differenze tra la carta riciclata e quella ecologica, in quanto si tratta di due prodotti completamente diversi tra loro. La carta riciclata è realizzata con il recupero di materiali di scarto attraverso il mercato del macero, provenienti sia dal settore aziendale e industriale sia da quello residenziale. Viene impiegata sempre più spesso come alternativa alla carta da stampa tradizionale.

La carta ecologica, invece, è un prodotto vergine, ottenuto tramite materie prime realizzate da foreste certificate secondo gli standard internazionali FSC (Forest Stewardship Council). In questi casi vengono garantiti elevati standard qualitativi, in termini di gestione ecocompatibile delle foreste e riduzione dell’impatto ambientale dei fenomeni di disboscamento, ad esempio con il taglio controllato e la riforestazione pianificata, oppure l’assenza di sostanze nocive durante tutti i processi di lavorazione.

Dopodiché, è bene ricordare come esistano anche altre tipologie di carta ecologica, talvolta con un mercato ancora limitato, infatti in alcuni casi si tratta di progetti sperimentali, che potrebbero registrare sviluppi importanti nel prossimo futuro. È ad esempio quanto sta accadendo con la carta green prodotta dagli scarti alimentari, oppure con quella ottenuta dalle alghe.

Perché è importante usare la carta ecologica e riciclata nel settore professionale

La carta ecologica e riciclata può essere un eccellente sostituto dei prodotti tradizionali in ambito professionale, una soluzione che consente di rendere la propria attività più sostenibile e green.

Carte certificate FSC, Eu Ecolabel, Pefc e 100% carta riciclata permettono di ridurre i gas serra, inoltre introducono la coscienza ecologica all’interno dell’ambiente di lavoro. Ovviamente, indipendentemente dalla tipologia è essenziale riciclare sempre la carta in modo ottimale, affinché sia possibile recuperare questo rifiuto e favorire l’economia circolare.

L’adozione di comportamenti virtuosi in azienda assicura una serie di vantaggi importanti, dal rafforzamento del marchio alla maggiore fiducia da parte di collaboratori e dipendenti. Allo stesso tempo, queste iniziative incentivano altre buone pratiche e scelte etiche, come la raccolta differenziata della plastica, la preferenza per gli imballaggi ecologici, l’impiego di soluzioni sostenibili per la mobilità e un uso più coscienzioso dell’energia nelle sedi di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
Mr. Redhttps://metropolitanmagazine.it/
Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -