Inter, in arrivo Vecino per mister Spalletti

La società nerazzurra continua a lavorare sul mercato: il tempo, per ora, non manca. Suning avrà infatti a disposizione ancora un mese per poter consegnare a Spalletti una rosa competitiva per la prossima stagione. Il nuovo tecnico, a cui è stato garantito un futuro ambizioso, appare fiducioso.

Ecco perché, seppur a molti il calciomercato della dirigenza interista potrebbe sembrare sottotono rispetto alle aspettative, i tifosi interisti non devono preoccuparsi. Finora, tra gli acquisti, non vi sono nomi altisonanti: ciononostante i nuovi in maglia nerazzurra sono tutti giocatori provenienti dalla nostra Serie A e non avranno eccessiva necessità di ambientarsi. 

L’entusiasmo dei tifosi rossoneri per i colpi di mercato non deve infatti scalfire in alcun modo le solide certezze dei nerazzurri. Al Milan occorreva una rivoluzione; l’Inter, al contrario, poteva e può già contare su un’ottima base. Inoltre i nerazzurri, non essendo impegnati nelle coppe europee, potranno conservare importanti energie fisiche e mentali da concentrare esclusivamente sul campionato.

Rinforzato il centrocampo (arrivato Borja Valero sembra ormai ad un passo anche Vecino) Suning dovrà pensare a migliorare la retroguardia. Skriniar è stato sì un acquisto importante, ma soprattutto sugli esterni l’Inter manca ancora di qualità. Un nome su tutti quello di Dalbert, terzino del Nizza, ormai da tempo accostato ai colori nerazzurri.

Poi se dovesse arrivare un colpo clamoroso in attacco tanto meglio: da Schick a Keita (tra i più probabili), da Sanchez a Di Maria, passando per Martial. Anche per il centrocampo si sogna: Nainggolan e Vidal su tutti.

I nerazzurri però, già con il solo Icardi, hanno in avanti una certezza che manca ai rivali rossoneri ancora alla ricerca di un forte terminale offensivo.

Spalletti-Perisic, tra Milano e Manchester vince Changzhou.

Il tecnico toscano, in conferenza, non dà importanza all’affaire Perisic:

Gioca e non avendo giocato le amichevoli a Brunico giocherà (in Cina) anche più degli altri.”

Ivan Perisic, 79 partite e 20 reti in maglia nerazzurra.

I nerazzurri hanno esordito oggi nel loro primo test oltreoceano che li ha visti pareggiare per 1-1 contro lo Schalke. L’incontro disputato a Changzhou ha evidenziato, ancora una volta, i limiti tecnici degli esterni difensivi (D’Ambrosio e Nagatomo in questo caso) e le indubbie qualità del classe ’99 Pinamonti. Era assente Icardi, ancora programma differenziato per lui, insieme ad Ansaldi e Santon.

Per il resto, quella che abbiamo visto contro i tedeschi, sarà l’Inter formato campionato? 

I tifosi, fiduciosi come Spalletti, si augurano di no.

Articolo di Luca Fiorelli.

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post-new.php

Sito ufficiale F.C. Internazionale Milano

© RIPRODUZIONE RISERVATA