Il trading online è un metodo di investimento basato sulla compravendita di titoli finanziari attraverso delle piattaforme digitali. Ed è proprio la digitalizzazione del settore finanziario che ha portato ad una crescita degli investimenti, introducendo in questo mondo, fino a qualche anno fa riservato ai grandi player internazionali, anche i piccoli trader indipendenti.

Sebbene tutti abbiano la possibilità di creare un conto di investimento online in pochi minuti, servono delle analisi di mercato e delle strategie affinché le proprie operazioni risultino vincenti. Ciò non significa che il trading debba essere rivolto solo agli esperti: anche gli investitori alle prime armi potranno mettersi in gioco, sfruttando le esperienze di trading online di altri clienti per scoprire gli errori più frequenti e le strategie migliori. Ma è fondamentale un percorso di studio che porti il trader ad acquisire le capacità necessarie a gestire, con successo, i propri investimenti.

Consigli per iniziare a fare trading online

Se la propria intenzione è iniziare a fare trading sui mercati finaziari, ci sono alcuni consigli da tenere a mente prima di mettersi in gioco. Il primo consiglio riguarda la scelta della piattaforma digitale con la quale operare. In Italia ci sono diverse piattaforme di trading che hanno ottenuto le necessarie autorizzazioni da parte degli organi di vigilanza ed è solo a queste che ci si deve rivolgere. Tutti i broker senza autorizzazione devono essere evitati perché non in grado di garantire la sicurezza dei capitali depositati.

Dopo aver scelto la piattaforma di trading ed aver creato il proprio conto, arriva il momento di aprire le prime posizioni finanziarie. Per degli investimenti di successo è fondamentale essere consapevoli dell’importanza dello studio del mercato. Non si può infatti sperare di generare profitti con degli investimenti fatti a caso, solo sulla base del proprio intuito. I migliori traders non sono considerati solo investitori di successo, ma prima ancora esperti degli assets sui quali investono.

Il consiglio che viene dato ai traders alle prime armi è di iniziare ad investire su un numero ridotto di titoli finanziari, per poi incrementare progressivamente gli assets con i quali si opera. Uno dei vantaggi del trading è la possibilità di differenziare gli asset aprendo posizioni finanziarie su azioni ma, anche, su valute, materie prime e certificati. Se da un lato la differenziazione può rivelarsi un vantaggio, dall’altro se non viene inserita in una strategia coerente potrebbe portare a perdere il capitale messo in gioco.

Esperienze di trading: perché sono importanti

Accanto allo studio del mercato e delle strategie per la gestione ottimale del capitale a propria disposizione, tutti gli investitori – sia quelli alle prime armi, sia chi investe già da tempo – dovrebbero sfruttare le esperienze di trading.

Al giorno d’oggi per i traders risulta più semplice venire a conoscenza delle esperienze degli altri investitori. In rete si trovano infatti delle community dedicate, nelle quali si ha la possibilità di leggere le testimonianze di altri investitori ed imparare dalle esperienze di chi si è già impegnato in operazioni finanziarie simili.

Lo studio delle testimonianze torna utile perché dà l’opportunità di venire a conoscenza degli errori più frequenti, così che possano essere evitati e che si possa ridurre il rischio di perdere il capitale con operazioni finanziarie errate. Allo stesso tempo, la lettura delle esperienze dà una mano nell’individuare le migliori strategie di trading online, strategie che ciascun cliente potrà poi adattare alle esigenze personali, sulla base del capitale che ha a disposizione e della sua attitudine al rischio.

Leggendo le esperienze degli investitori si capisce anche che neppure una strategia ben studiata può azzerare il rischio. Il trading online, come del resto tutti i metodi di investimento, ha un rischio intrinseco che non può essere eliminato del tutto. Si può lavorare sulla strategia per cercare di ridurlo, ma prima di investire bisogna essere consapevoli che si potrebbe perdere del tutto o in parte il capitale di partenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA