Viaggiare alla scoperta di nuove meraviglie è una passione che in molti condividono e questo include anche le tradizioni culinarie dei luoghi che si visitano. Con la pandemia che ci ha colpito, la nostalgia dei sapori del mondo è sempre più pressante ma ciò non vuol dire che non assaggeremo più alcuna delizia o il meraviglioso profumo di piatti esotici. Sul web, portali come viaggiconfit.it ci fanno conoscere le pietanze tipiche di luoghi che un giorno torneremo a visitare; e allora perchè non iniziare a fare una lista di quelli da provare assolutamente?

Ecco qualche consiglio sulle tradizioni culinarie da scoprire durante un lungo viaggio alla scoperta del mondo!

Giappone: tra ramen, sushi e sashimi

Oramai questi due piatti sono entrati nella nostra quotidianità e anche se molti ristoranti asiatici ci deliziano con queste pietanze, nulla potrà essere paragonato a un assaggio nel luogo di origine.

Il ramen è uno dei piatti tipici della cultura giapponese e anche se può sembrare un piatto semplice da preparare, nella sua ricchezza di sapori non lo è affatto e anzi… Richiede più di un giorno di preparazione se si vuole raggiungere l’eccellenza! Il wok è il temane usato per eccellenza in queste preparazioni ed è in grado di esaltare ogni ingrediente, durante la cottura, senza mai rovinarne il sapore.

E a questo, si aggiungono anche il sushi e il sashimi; piatti freddi a base di riso e pesce sempre fresco che ne risaltano i sapori. Esiste anche la versione vegetariana e vegana che nulla toglie in termini di sapori e anzi, potrebbe stupirvi!

Marocco: tra carne e cous cous

Anche il Marocco ci regala sapori unici nel loro genere, ma la forza di questi sapori sta nelle spezie utilizzate nella preparazione, in grado di esaltare gli ingrediente come non mai. Tra i piatti della tradizione marocchina abbiamo la Tajine di carni speziate: si tratta di una cottura lunga e lenta in un tegame di coccio particolare, chiamato proprio tajine da cui il piatto prende il nome. Il risultato finale è un connubio di sapori dati dalla carne di manzo, spezie e verdure.

E se a una simile portata ci aggiungiamo un piatto di cous cous, altra pietanza tipica della cultura marocchina, il gioco è fatto!

Germania: spatzle e la torta foresta nera

Tornando all’Europa, la Germania ci offre alcuni dei piatti più buoni e tradizionali del luogo; tra i tanti abbiamo una pasta chiamata “Spatzle”, degli gnocchetti dalla forma particolare che possono essere accompagnati con diversi sughi oppure in bianco con burro e salvia per chi gradisce la semplicità. Di questa pasta troviamo diverse versioni, come quelli agli spinaci o alle rape rosse.

Dulcis in fundo, non si può non assaggiare una deliziosa fetta di torta foresta nera in onore della “selva oscura” tedesca; una prelibatezza a base di cioccolato, panna e ciliegie per la versione classica e tradizionale, ma anche le varianti hanno un loro perchè.

Non vi resta che programmare il vostro giro del mondo alla scoperta delle tradizioni culinarie!

© RIPRODUZIONE RISERVATA