Il governo dell’Isle of Man ferma le TT Zero per i prossimi due anni, così da migliorare le corse elettriche al suo ritorno nel 2022.

TT Zero Isle of Man – Il governo dell’isola delle gare di moto più pericolose del mondo ferma il campionato di moto elettriche fino al 2022.

TT Zero Isle of Man – Pausa per creare moto elettriche più competitive

Le motociclette elettriche non torneranno al programma TT Races dell’Isle of Man per i prossimi due anni. TT Zero sarà accantonato fino al 2022 nel tentativo di formare una strategia a lungo termine per le corse elettriche sull’isola. Il Dipartimento del governo dell’Isle of Man, Enterprise, che funge da promotore di TT Races, ha annunciato che non ci sarà il campionato TT Zero nel 2020 e nel 2021. TT Zero ha debuttato nel 2010 ed è stato disputato nell’ambito delle gare TT annuali dell’Isola di Man nelle ultime dieci edizioni.

TT Zero Isle of Man 2022
Le TT Zero pronte a tornare nel 2022 per realizzare un campionato di altissimo livello per le moto elettriche- Photo Credit: Tourist Trophy Isle of Man Facebook

Una dichiarazione rilasciata dagli organizzatori di eventi ha spiegato che la gestione di questa classe e la partecipazione dei concorrenti associati è sempre più impegnativa. Prendendo una pausa di due anni dalla competizione TT Zero, i promotori saranno in grado di sviluppare ed espandere la classe collaborando con team e produttori e stabilendo una direzione a lungo termine per le corse motociclistiche a emissioni zero sull’isola.

TT Zero Isle of Man – Le parole di Rob Callister MHK

Rob Callister MHK, membro del Parlamento Manx con responsabilità per il turismo e il motorsport ha spiegato il motivo di questa scelta su TT Zero.

“Come isola, ci impegniamo a rispettare i principi che continuano a motivare tutti coloro che sono associati alla classe TT Zero. La nostra intenzione è quella di consentire all’industria motociclistica nel suo insieme di recuperare gli sviluppi all’avanguardia che alcuni produttori, singoli team di gara e università hanno raggiunto fino ad oggi. Rimaniamo incredibilmente orgogliosi di tutto ciò che è stato realizzato nelle gare di emissioni pulite al TT. Inoltre, lavoreremo a stretto contatto con l’industria e con i produttori senza la pressione e l’attenzione di fornire un formato di gara per sfruttare il successo fino ad oggi.” – Rob Callister MHK

TT Zero Isle of Man Callister
Rob Callister MHK, membro del Parlamento Manx con responsabilità per il turismo e il motorsport – Photo Credit: Rob Callister MHK Twitter

I miglioramenti tecnologici nell’ultimo decennio hanno visto un considerevole calo dei tempi sul giro, ma a scapito delle dimensioni dell’entrata mentre i team più piccoli hanno lottato per tenere il passo con gli sviluppi. Parte del motivo per mettere in pausa la competizione è far crescere la classe e incoraggiare più squadre, università e produttori a partecipare. Michael Rutter ha vinto le ultime due edizioni della gara, che si tiene su un solo giro del circuito di 60,72 km, stabilendo un tempo record di 18:34.172 e una velocità media di 196.19 km/h nell’evento di quest’anno.

SEGUICI SU :

© RIPRODUZIONE RISERVATA