Cronaca

Turchia, fermato il regista Gabriele Del Grande

Gabriele Del Grande, regista e blogger molto noto (ha diretto il pluripremiato documentario “Io sto con la sposa”), è stato fermato dalla polizia turca mentre si trovava in un’area al confine con la Siria.

Del Grande si trovava nella provincia dell’Hatay quando è stato fermato. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, stava raccogliendo interviste per il suo nuovo libro “Un partigiano mi disse”.

Il suo blog, Fortress Europe, raccoglie inchieste e testimonianze sulle migrazioni, argomento molto caldo specie per la politica, in perenne fibrillazione elettorale. In particolare, Del Grande si preoccupa di tenere aggiornati i lettori su tutti i tentativi dei migranti africani e siriani di raggiungere l’Europa, la terra promessa per sfuggire ad un futuro di stenti, fame e catene.

Secondo fonti della Farnesina, il regista e blogger dovrebbe essere espulso dalla Turchia entro due-tre giorni. A quanto pare, il problema sarebbe stata la mancanza di un permesso stampa (da richiedere obbligatoriamente prima di entrare in Turchia).

A presentare “Un partigiano mi disse”, suo ultimo lavoro, è una lunga introduzione su produzionidalbasso.com, dove – tra l’altro- si può leggere

“Facile giudicare da fuori. Facile scappare all’estero e dire che dovevamo continuare con le manifestazioni. Hanno ammazzato migliaia di persone nelle manifestazioni e altrettante le hanno fatte fuori in prigione! Cosa dovevamo fare ancora? Lasciarci ammazzare tutti? Andare con le rose davanti ai carri armati? Ditelo a chi ha perso i figli sotto le bombe! A chi è stato torturato per mesi! A chi ha perso gli amici più cari! La lotta armata era l’unica cosa giusta da fare. Eppure, guarda dove ci ha portato…”

E, ancora

“Perché di Isis si parla ogni giorno, ma in pochi ci hanno davvero capito qualcosa. Chi sono gli uomini e le donne che a migliaia si arruolano per difendere il Califfato? Chi sono i civili rimasti nelle loro città? Ma soprattutto: come si è arrivati a tutto questo?”

 Ankara è molto rigida nei riguardi dei giornalisti, specialmente dopo il tentativo fallito di golpe dello scorso luglio, che ha dato l’occasione a Erdogan di fare piazza pulita dell’opposizione interna.

Lorenzo Spizzirri

https://metropolitandotblog.wordpress.com/2017/04/11/turchia-fermato-il-regista-gabriele-del-grande/

Adv

Related Articles

Back to top button