InfoGeek

Una nuova IA è in grado di editare contenuti inserendo astronavi e pianeti

I programmi di intelligenza artificiale continuano a dimostrare la loro capacità di manipolare i media e il confine tra video reali e fake continua a confondersi. I film cosiddetti deepfake, con membri del cast alternativi (e spesso un po’ inquietanti), ad esempio, mostrano come l’IA possa manipolare i volti umani senza problemi.

Ora è entrata in scena una nuova intelligenza artificiale in grado di registrare video e, basandosi esclusivamente su ciò che riconosce, aggiungere oggetti di fantascienza come astronavi aliene e castelli fluttuanti nel cielo da far invida a René Magritte.

Lo strumento, il cui funzionamento viene definito con ‘sostituzione dinamica del cielo’, è il frutto dell’ingegno del ricercatore di IA Zhengxia Zou. Zou, ricercatore presso l’Università del Michigan, afferma che il suo programma è in grado di eseguire una ‘sostituzione e armonizzazione del cielo’ al fine di generare sfondi realistici e drammatici.

Il programma utilizza reti neurali, ovvero algoritmi in grado di raccogliere modelli rilevanti da grandi set di dati, per eseguire la magia. In altre parole il programma di sostituzione del cielo ha imparato come appare un cielo nei video ed è in grado di identificarlo. È quindi in grado di sostituirlo con un nuovo sfondo, che non solo segue dinamicamente ma è anche perfettamente illuminato.

In pratica, l’IA di Zou è in grado di sostituire qualsiasi cielo in qualsiasi video con uno alternativo. Nel video di Zou viene mostrato come l’IA può aggiungere non solo astronavi e castelli volanti, ma praticamente qualsiasi elemento ai video di origine. I pianeti apparentemente non sono un problema ed è possibile anche aggiungere cieli dinamici, come quello di una notte di tempesta con tuoni e fulmini.

Uno dei dettagli più importanti del programma di Zou è che è completamente basato sull’elemento visivo. Ciò significa che il programma necessita solo di un video sorgente e nient’altro per apportare le modifiche. Ed è qualcosa di innovativo, in contrasto con altri programmi che possono sostituire il cielo solo nelle foto (quindi immagini statiche) oppure che possono modificare lo sfondo in movimento ma solo se sono disponibili misurazioni inerziali.

Pensandola in prospettiva è facile immaginare tutti i tipi di applicazioni per l’IA di Zou. Certo, al momento è normale preferire di affidare la realizzazione di brochure e depliant per la comunicazione aziedale a degli umani vecchio stile – dato che si tratta di un compito con un livello di elaborazione persino più complessa. Tuttavia, è abbastanza palese come questo tipo di tecnologia possa sovrapporsi perfettamente a software di editing di contenuti multimediali come Photoshop e simili, e gli usi che potrebbero vantaggiare il supporto dell’IA sono a dir poco cospicui.

Non solo, probabilmente sarà presto una funzionalità per qualche social media, ma Zou afferma che aiuterà anche ad addestrare le auto a guida autonoma. Anche le auto volanti o qualche mezzo spaziale, probabilmente, visto che l’IA di Zou può ricreare qualsiasi mondo possiamo immaginare.

Mr. Red

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.
Back to top button