Sport

Un’impresa biblica: la risurrezione di Sofia Goggia

Sofia Goggia sale sul podio olimpico di Pechino, guadagnandosi il secondo posto. Un’impresa straordinaria, se si considera che solo 23 giorni fa aveva subito un brutto infortunio sulle piste di Cortina. Anche il terzo posto si colora di azzurro, infatti, ha conquistato la medaglia di bronzo Nadia Delago.

Sofia Goggia, dedizione e coraggio

Sofia Goggia, campionessa italiana di sci, sembra confermarlo: per essere campioni non basta il talento, ci vogliono anche dedizione e coraggio. È un argento che vale come un oro quello dell’atleta bergamasca, che dopo aver subito una distorsione al ginocchio sinistro, una parziale lesione del legamento crociato e una microfrattura del perone, è riuscita comunque a salire sul secondo gradino del podio. La sportiva ha mostrato un coraggio e una forza di volontà incredibili, che le hanno permesso di rimettere gli sci e di combattere per le Olimpiadi.

In un video pubblicato sul profilo Instagram, Sofia Goggia si dice contentissima del suo “argento vivo” e ringrazia i seguaci per il sostegno mostrato. Sono le persone che la circondano ad averla aiutata a non mollare dopo l’infortunio, soprattutto i suoi amici e la sua squadra. Pochi giorni fa la campionessa si diceva contentissima di essere lì, a Beijing, a coronare il sogno che la accompagnava già da bambina, quello di partecipare alle olimpiadi.

È stata una bella gara anche per l’azzurra Nadia Delago, che si è posizionata subito dopo Sofia Goggia. Entra così a far parte della favola italiana dello sci anche lei, che aveva già sfiorato più volte il podio della Coppa del Mondo.

Michela Foglia

Seguici su Facebook

Back to top button