Cronaca

Usa, all’asta il telefono di Adolf Hitler: il suo sistema mobile di distruzione

Adv

È in vendita il telefono rosso di Adolf Hitler usato dal leader nazista dal 1943 al 1945 per chiedere la morte di milioni di ebrei, considerato come probabilmente l’arma più letale dell’intero arsenale del Terzo Reich.

Il Fuhrer, tramite quel telefono, decideva le sorti di un paese o di un intero popolo, e lo utilizzava per dare ai propri soldati le direttive per combattere la guerra e per uccidere gli ebrei nei campi di concentramento.

Usato personalmente da Hitler negli ultimi due anni della Seconda Guerra Mondiale per impartire i suoi ordini di morte, fu ritrovato dalle truppe sovietiche, che per prime entrarono a Berlino, nel maggio del 1945, nel bunker dopo la disfatta nazista sotto la Cancelleria, dove Hitler si suicidò. In origine era un normale telefono nero in bachelite nera della marca Siemens, venne poi dipinto di rosso e inciso il nome del dittatore nazista, la svastica e l’aquila, emblema del Terzo Reich.

Recuperato come bottino di guerra, il telefono venne poi donato, dopo la resa dei tedeschi, dagli ufficiali sovietici al comandante delle Telecomunicazioni dell’Armata britannica generale Sir Ralph Rayner durante una visita nei resti del bunker. In punto di morte ne parlò col figlio che lo ha custodito in casa per 70 anni ma ora ha deciso di disfarsi della reliquia, che andrà all’asta nei prossimi giorni negli Stati Uniti.

È stato valutato tra i 200 mila ed i 300 mila dollari dalla casa d’aste Alexander Historical Auctions del Maryland, specializzata nella vendita di cimeli militari, che lo metterà in vendita al miglior offerente, ma la base d’asta è 100 mila dollari per quello che nella descrizione viene definito “la più distruttiva arma di tutti i tempi che ha mandato a morte milioni di persone nel mondo”. “Non era un telefono d’ufficio” scrive la casa d’aste “era il sistema mobile di distruzione di Hitler, usato sui veicoli, sul campo e nei quartier generali”. “Sarebbe impossibile trovare un cimelio più d’impatto e che meglio potesse rappresentare gli orrori di quel periodo”, aggiunge la casa d’aste. Insieme al telefono andranno all’asta diversi oggetti personali come cappelli, magliette, fasce, con la svastica del Terzo Reich.

Invece, secondo quanto riporta il quotidiano britannico Daily Mirror, la base d’asta sarà di 28 mila dollari (circa 26 mila euro), ma è certo che il telefono del Fuhrer sarà venduto a qualche collezionista a un prezzo ben più alto, forse anche superiore a mezzo milione di dollari.

 

Patrizia Cicconi

https://wordpress.com/post/metropolitandotblog.wordpress.com/12002

Adv
Adv
Adv
Back to top button