Attualità

Variante del virus in Svizzera: nuovo focolaio a St. Moritz

La situazione di emergenza epidemiologica da Covid continua a degenerare in questi ultimi giorni. Gli Stati di tutto il mondo, nonostante abbiano proceduto con la rigorosa adozione di misure restrittive, imposte ai propri cittadini al fine di contenere il virus, ora dovranno fronteggiare la possibilità di nuove ondate.

Variante del Coronavirus in Svizzera

Ad aggravare la criticità della questione, è la diffusione della forma mutata del Coronavirus: si tratta delle varianti Britannica, Brasiliana e Sudafricana. Proprio quest’ultima, ha iniziato a diffondersi nella rinomata località Alpina di St. Moritz, che ogni anno attira migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Nel Comune Svizzero, infatti, è stato scoperto un focolaio della variante Sudafricana che, allo stesso modo delle sovra citate, è maggiormente contagiosa. Il quotidiano Britannico “The Guardian” ha divulgato l’allarmante notizia nelle ultime ore; i nuovi casi sono 12 e due hotel della cittadina sono attualmente in quarantena.

Nuove misure restrittive

L’Ufficio Federale della Sanità Pubblica (UFSP) del Cantone dei Grigioni è alquanto turbato, poiché teme la probabile scoperta di ulteriori focolai nel Paese che sarà costretto ad imporre restrizioni più severe di quelle adottate in precedenza. Si rinnova, per i residenti stessi e per gli ospiti, l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine, il divieto dei contatti con le altre persone e l’invito a rispettare le norme igieniche e di sicurezza. Inoltre, tutti gli Istituti scolastici Svizzeri saranno chiusi a tempo indeterminato; anche le scuole di sci chiuderanno e saranno sospesi i numerosi corsi di sport invernali. Doveroso lo screening di massa, che sarà effettuato su circa 5.200 abitanti del luogo ed esteso, ovviamente, anche al personale dei due hotel menzionati in precedenza.

Si attendono news in merito e delucidazioni circa la contagiosità delle forme mutate del virus.

Enrica Valentini

Back to top button