Gossip e Tv

Veronica Pivetti rivela: “Caddi in depressione per colpa dei farmaci”

Depressa nella vita reale ma sul set si sdoppiava, ci riusciva Veronica Pivetti e questo l’ha salvata: “Riuscivo a sdoppiarmi, fingevo e proprio questo mi ha aiutato: immergermi in un personaggio tutt’altro che drammatico, mi faceva uscire dal mio stato depressivo. Tra un ciak e l’altro, però, un fiume di lacrime e la mia truccatrice mi inseguiva per riattaccarmi sulle palpebre le ciglia finte”, il racconto sulla sua depressione

Veronica Pivetti ha parlato di sé a tutto tondo sulle colonne del “Corriere della Sera”, rivelando innanzitutto di aver esordito da attrice in uno spot pubblicitario con Maurizio Nichetti per una marca di olive, proseguendo poi con il doppiaggio. Proprio a questo mestiere è legato un ricordo divertente: “Siamo nel 1994, mia sorella era stata da poco eletta presidente della Camera. Adriano Celentano doveva fare la pubblicità delle Ferrovie dello Stato e, nello spot, aveva bisogno di una voce femminile, quindi ascoltò la semplice registrazione di tre voci: scelse la mia. Lui non mi conosceva e, quando mi presentai con nome e cognome, mi chiese scherzando: ‘Sei la cugina di Irene Pivetti?’. Risposi: ‘Veramente sono la sorella!’”.

Veronica Pivetti sulla depressione: “Mia sorella Irene non ha non ha né agevolato, né complicato la mia carriera”

Il ruolo di sua sorella Irene non ha né agevolato, né complicato la carriera di Veronica Pivetti: “Se avessi voluto anche io intraprendere la carriera politica, certo, la figura di Irene sarebbe stata ingombrante, basti dire che ancora adesso si sbagliano e mi chiamano col suo nome… Non mi sono mai sentita facilitata e nemmeno a disagio per il mestiere che svolgevo, distante dal suo”. Poi, dopo un Festival di Sanremo da protagonista accanto a Raimondo Vianello, fu sorpresa a rubare in un supermercato: un atto di “follia pura, rubai un pacco di sottilette. Mi fermarono all’uscita chiedendomi cos’avessi nella borsa. Ovviamente ho immediatamente tirato fuori il malloppo e pagato quello che dovevo, scusandomi”.

Sempre sul “Corriere della Sera”, Veronica Pivetti ha rivelato che fu colpita dalla depressione, anche se, volgendo lo sguardo ai personaggi che porta in scena, tale accostamento alla malattia pare improbabile. Eppure “sono un orso, non sono mai stata socievole sin da ragazzina, al contrario di Irene che è leader di natura e socializzava subito. La depressione mi è venuta a causa di un problema alla tiroide: sono stata curata male, con un abuso di farmaci sbagliati. Però ho continuato sempre a lavorare. In quel periodo ero nel ‘Maresciallo Rocca‘, con il mitico Gigi Proietti”.

Non è la prima volta che Veronica Pivetti parla della depressione, della capacità che ha avuto di non fare capire a nessuno che stava soffrendo. Al Corriere della Sera però confida che tutto è dipeso da un auso di farmaci, da una cura errata per la tiroide. E’ sempre importante parlare dei propri problemi per aiutare gli altri e con la sua testimonianza Veronica Pivetti magari aprirà gli occhi ad altri. Ne ha parlato già anni fa, l’attrice soffrì di depressione anche mentre era sul set de “Il Maresciallo Rocca”. Un problema grave che sembra le sia stato causato da un abuso di farmaci prescritti dal medico per curare la tiroide. La Pivetti ammette anche che è ben diversa da come appare, per niente estroversa ma orso. Confessa che non è mai stata una ragazzina socievole, poi nell’intervista parla dei problemi alla tiroide.

Non se ne accorse nessuno, nemmeno Proietti: “Nella depressione non ti frega niente di niente, invece io avevo un compito da svolgere ed è stato salvifico”.

Back to top button