Motori

WEC, qualifiche 8h Bahrain 2020: assegnate le ultime pole

Il campionato WEC sta per concludersi con l’ultimo appuntamento di questa strana stagione, che entra nel vivo con le qualifiche che precederanno la 8h del Bahrain 2020; le quattro categorie del campionato endurance si sono date battaglia per conquistare l’ultima partenza dalla prima fila. Nella classe LMP1 l’ultima qualifica la conquista il team #7 con Kobayashi, Conway e Lopez, mentre davanti per le LMP2 c’è la #22 di Albuquerque, Di Resta e Hanson; per la GTE Pro partirà avanti la #95 di Thiim e Sorensen, mentre nella GTE Am è la #98 di Dalla Lana, Gunn e Lamy a conquistare il primo posto.

WEC, 8h Bahrain 2020: il resoconto delle qualifiche

GTE Pro e Am

A scendere in pista per prima è la categoria GTE per 20 minuti di fuoco che valgono la prima piazza; nell’ormai serale scenario del Bahrain a far da padrona è la Aston Martin che domina entrambe le categorie. Per la GTE Pro a chiudere davanti a tutti è la #95 guidata da Sorensen per questa qualifica; con il tempo fermo a 1.56.521 il pilota danese conquista l’ultima qualifica, lasciando la #92 di Estre e Christensen a soli 68 centesimi. Terzo posto confermato per la Ferrari 488 #51; Calado e Sierra non migliorano il risultato ottenuto questa mattina durante le libere 3. A chiudere la categoria troviamo la Porsche #91 al quarto posto, poi la #71 di Molina e Rigon; infine la Aston Martin #97 che scivola all’ultimo posto.

Primo posto targato Aston Martin anche per la GTE Am; la #98 di Dalla Lana, Gunn e Lamy conferma la prestazione di stamattina precedendo l’Aston Martin #90 di quasi mezzo secondo in 1.58.356, nonostante il netto miglioramento rispetto a stamattina. Terzo meritato posto per la Ferrari di Red River Sport #62, seguita dalla #56 di Perfetti, Ten Voorde e Bergmeister. Al quinto posto si trova l’altra vettura del Team Project 1, la #57 del trio Keating, Pereira, Bleekemolen, seguita dalla Ferrari AF Corse #54; solo settimo invece il team della Ferrari #83 Perrodo, Collard e Nielsen. A chiudere la griglia di partenza ci sono invece tre Porsche; la #77 di Pera, Ried, Olsen, la #86 di Wainwright, Picariello, Barker e infine la #88 della Dempsey-Proton Racing di Al Qubaisi, Evans e Holzer

LMP1 e LMP2

Nella categoria LMP1 la lotta si è svolta tra le sole Toyota #7 e #8; a spuntarla alla fine è stata la TS050 di Kobayashi, Conway e Lopez in 1.40.747, mentre i primi in campionato dovranno partire dalla seconda piazza nella gara di domani. La classe LMP2 ha invece visto qualche partecipante in più, con sei equipaggi pronti a darsi battaglia per 8 ore; a dominare le qualifiche è la #22 di Albuquerque, Di Resta e Hanson che segna il miglior tempo in 1.47.440. Dietro il team United Autosports si piazzano la Oreca #37 e la Alpine #36 del team Signatech, entrambe a confermare le buone prestazioni mostrate nelle Libere 3; quarto posto per la #38 di Gonzalez, Davidson e Da Costa, seguiti dalla Oreca 07 #29 e dalla Dallara P217 #47.

SEGUICI SU:

INSTAGRAMhttps://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
?️ SPOTIFY: https://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
PAGINA FACEBOOK: https://www.facebook.com/motors.mmi/
✍️ GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/763761317760397
NEWS MOTORI: https://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Back to top button