21.3 C
Roma
Maggio 17, 2021, lunedì

World Games in chiaro scuro per la Nazionale di hockey in line

- Advertisement -

Dopo la vittoria all’esordio contro l’Argentina, un cammino tutto in salita per la Nazionale senior che oggi contro gli USA proverà a conquistare almeno il quinto posto.

“Qual è l’apporto di una sconfitta? Una visione più precisa di noi stessi.”

Così il filosofo Emil Cioran definì il concetto di sconfitta, quel senso che ti assale quando sai di non aver raggiunto il tuo obiettivo, sapere in un certo qual modo di aver fallito. Allo stesso tempo però, da quell’esperienza si trae forse maggiore ispirazione: quello slancio che fa capire i propri errori ed i propri limiti. Presa coscienza di ciò, la sconfitta non sarà più frustrazione bensì una forza che spinge a migliorare e ripartire puntando più in alto.

È quello che auguriamo alla nostra Nazionale senior che, impegnata questa settimana nei World Games di Wroclav in Polonia, non è riuscita ad ottenere un risultato degno del proprio nome. Già perché gli Azzurri negli ultimi anni ci hanno abituato ad uno standard molto alto, vedi lo splendido argento ottenuto lo scorso anno ai mondiali di Asiago. Questi World Games purtroppo non ci hanno visti protagonisti nonostante l’ottima vittoria all’esordio per 2-0 contro l’Argentina, ma gli infortuni accorsi ad Ustignani (lussazione alla spalla) e Lievore (frattura dello scafoide) oltre la febbre alta del portiere Facchinetti, lasciavano presagire che la spedizione non godesse di una luna benevola. Le successive gare e conseguenti sconfitte del turno preliminare rimediate contro la Svizzera prima e la Francia dopo, hanno infranto i sogni dei ragazzi, e di noi italiani, di provare a giocarci una medaglia in quelle che sono delle mini Olimpiadi. La vittoria d’orgoglio di ieri per 4-1 contro i padroni di casa della Polonia è proprio la risposta che ci si aspettava e che volevano vedere dai nostri ragazzi che così facendo se la vedranno oggi alle ore 12 contro gli USA per il 5º-6º posto.

C’è da dire che il roster di Wroclav è stato “rinfrescato” rispetto al passato, dando fiducia e spazio ad atleti giovani sui quali i Coach Rela e Rigoni hanno voluto puntare molto probabilmente per gettare le basi di una nazionale più competitiva a lungo termine come conferma anche lo stesso responsabile delle squadre nazionali Gianluca Tomasello: “Un po’ di rammarico c’è per la mancata disponibilità di alcuni atleti alle olimpiadi della nostra disciplina, ma siamo orgogliosi dell’impegno di questi giovani ragazzi che ci fanno ben sperare. Per tanti è stato il primo impegno “importante” in campo internazionale ma hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per fare molto bene in futuro. In Cina la squadra non sarà molto diversa, solo un paio di innesti  sperando nel recupero degli infortunati Ustignani e Lievore.”

Non ci sentiamo quindi di recriminare le scelte, tantomeno definire fallimentare questo progetto in quanto questa manifestazione, nonostante l’importanza, è di fatto un test per i Mondiali che si terranno a Nanjing (Cina) a fine agosto. Siamo certi che una volta tornato in Italia lo staff saprà prendere i giusti spunti e preparare al meglio la squadra che si presenterà a questo importante impegno.

Foto © 2017 Asiago Vipers

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -