Zanzare, il vampiro estivo

Sebbene ben lontani da Halloween, anche questa stagione ha i propri vampiri. Piccoli, aggressivi, famelici vampiri chiamati zanzare. E con loro, come sempre, arrivano i falsi miti come quello del “Sangue Dolce”.

Estate, tempo di sole, di mare… e di zanzare. Questo insetto, antipatico a tanti, fa perdere la calma e provoca disagio a molti ed è al primo posto nella classifica degli animali più mortali per l’uomo perché fa da vettore a malattie con esiti spesso fatali come la malaria, la dengue e la Chikungunya.

E allora giù di rimedi casalinghi, zanzariere, creme, spray, piante, pipistrelli e chi più ne ha più ne metta per evitare questo salasso stagionale. Perché, al di là del fatto che lo si voglia o no, ci sono alcune persone che sono letteralmente prese di mira dalle zanzare e diventano una versione umana del gioco unisci i puntini della Settimana Enigmistica. Uno dei tanti miti sulle zanzare descrive queste persone come dotate del famigerato “sangue dolce”.

Ma quanto c’e’ di vero in tutto questo?

Cominciamo parlando della biologia delle zanzare: questi insetti si affidano al loro olfatto per individuare la preda (e solo secondariamente alla vista) e sono dotati di raffinatissimi sensori per rilevare la presenza di anidride carbonica che gli esseri umani e gli animali emettono durante l’espirazione: essendo però la CO2 una sostanza presente già in atmosfera, si affidano anche su altri recettori che per esempio identificano l’acido lattico, l’ammoniaca, gli acidi carbossilici, l’acetone e il sulcatone, tutte sostanze che formano il “bouquet” aromatico che la pelle umana produce e che attrae mortalmente le zanzare.

Una zanzara tigre nell'atto di nutrirsi.
Una zanzara tigre nell’atto di nutrirsi (Photo Credits: PixNio.com)

Quali sono però i fattori che  fanno colpire maggiormente un essere umano rispetto a un altro? Per esempio il gruppo sanguigno: uno studio del 2004 ha mostrato come le zanzare adorino letteralmente il gruppo sanguigno 0, pungendo il doppio delle volte rispetto a quanto pungono le persone con il gruppo sanguigno A. E come fanno a sapere quale gruppo sanguigno abbiamo? L’85% circa degli esseri umani produce una sostanza chimica che segnala, attraverso l’odore della pelle, a quale gruppo sanguigno appartiene.

Ma quindi il sangue dolce? Le zanzare lo preferiscono?

Per sfatare questo falso mito dobbiamo parlare nuovamente dell’anidride carbonica: le zanzare sono naturalmente attratte da una alta quantità di CO2. Questa viene emessa principalmente dalle persone con un alto tasso di colesterolo nel sangue, e quindi da persone in sovrappeso, donne in attesa di un bambino o sportivi, che sommano all’anidride carbonica emessa anche l’odore dell’acido lattico che si produce nei muscoli durante lo sforzo e la temperatura corporea più alta, visto che alle zanzare piace il calore. Non è il sangue dolce ad attirare le zanzare, ma quello grasso. I bambini, che hanno respiri meno profondi, vengono punti in media meno degli adulti.

Altri piccoli fattori

Altri fattori che attirano le zanzare sono il microbiota della pelle, l’alimentazione (e nel caso specifico, l’assunzione di alcol) e il tipo di indumenti indossati. Ma di questo ne parleremo in seguente articolo.

Stay Tuned

Stefano Pellone

Bibliografia

Landing preference of Aedes albopictus (Diptera: Culicidae) on human skin among ABO blood groups, secretors or nonsecretors, and ABH antigens. Shirai Y1, Funada H, Seki T, Morohashi M, Kamimura K. Journal of Medical Entomology, Luglio 2004.

© RIPRODUZIONE RISERVATA