24h Le Mans – Cronaca live

Pronti per la 24h di Le Mans? La Super Season entra nel vivo ora con l’evento motoristico più atteso del mondo! Sarà Fernando Alonso sulla sua Toyota Gazoo Racing #8 a vincere la 24h ed essere ad un passo dalla Triple Crown? In LMP2 sarà Vergne a vincere nella sua categoria? AF Corse riuscirà ad imporsi sulle rivali Porsche e Ford? Tutte domande che troveranno risposta solo se seguirete la nostra cronaca in diretta! Vi ricordiamo anche di seguirci sul canale Telegram

A nome mio e di tutta la redazione motori di MMI grazie a tutti coloro che ci hanno seguito in questa esperienza e ai piloti in pista che hanno messo tutta la grinta necessaria, facendoci divertire come dei bambini. 

15:02 – They did it: Toyota vince la 24ore di Le mans con Nakajima-Alonso -Buemi dopo 20 anni e dopo anni di sfortuna. Nella LMP2 vince la G-DRIVE di Vergne-Pizzitola-Rusinov, nella GT PRO la Pink PIg #92 e nella GT AM la Porsche di Patrick Dempey 

14:59 – Comincia l’ultimo giro della 24 ore di Le Mans 2018!!! 

14:53 – A 7 minuti dal termine Duval cerca di attaccare il terzo posto nella LMP2 con la TDS Racing 

14:39 – Ennesima slow zone alle Porsche curve per detriti; ne ha approfittato la Toyota #7 per la sosta 

14:33 – Ultimo splash and go della Toyota #8. La tensione diventa sempre più palpabile e si taglia col coltello 

14:24 – Rientra la Porsche #77 leader in GT AM sotto lo sguardo attento di Patrick Dempsey 

14:19 – Penalità di 10 secondi alla Toyota #7 per consumo eccessivo di carburante 

 

14:00 – Ultima ora di gara, classifica invariata con Toyota, G-Drive e Porsche leader nelle loro classifiche 

13:54 – Rientro per TS050 #8 di Nakajima per un cambio gomme e un rifornimento 

13:36 – Slow zone nella zone delle curve Porsche per un Aston Martin della GT AM fuori pista 

13:29 – Rientra in pista Kobayashi, a quanto pare era un problema di rifornimento 

13:22 – Colpo di scena, problemi per la Toyota #7 che deve rientrare 

13:13 – Rientra la Signatec Alpine #36 per il cambio pilota; a guidare ora c’è Nicholas Lapierre 

 

12:53 – Penalità di 2 minuti per la Ferrari #52 di Giovinazzi per aver sorpassato in regime di slow zone…altra tegola per l’italiano 

12:44 – Cambio pilota anche sulla Toyota #7; Kobayashi porterà la TS050 al traguardo 

12:38 – Termina la  24 ore di Fernando Alonso. Tocca a Nakajima portare la #8 al traguardo.  

12:30 – Slow zone in pista per l’uscita della Ferrari del Keating Motorsports. La #54 diventa 2° 

12:25 – Per quanto riguarda le Ferrari in GT PRO non c’è mai stata gara mentre in GT AM la #54 di Fisichella al momento è 3° 

12:02 – Tutto invariato nelle posizioni di testa a poco più di tre ore dal termine 

11:44 – Pechito Lopez in testacoda…per fortuna nessuna conseguenza per la Toyota #7 

11:42 – Per le 14:00 è prevista pioggia…questo potrebbe rimescolare le carte in tavola 

 11:26 – Bourdais all’esterno su Makowiecki…pazzesco!!! 

11:19 – La sfida Makowiecki-Bourdais sta esaltando tutti gli appassionati e c’è in ballo…solo un secondo posto!!! 

@Porsche
La pink pig saldamente al comando

11:03 – poco più di 4 ore al termine e le posizioni di testa sono invariate 

10:55 – Un pò di azione nella GT PRO con la Ford che supera la Porsche #91 per il 2°posto 

10:53 – Impressionante la gara del G-Drive Racing che oltre ad essere la prima nella sua classe LMP2 è la 5°assoluta 

10:47 – Finalmente bandiera verde su tutto il tracciato  

10:29 – rientra la Porsche 92 della GT PRO 

10:19 – riparte la gara con slow zone e si rinnova il duello Porsche-Ford nella GT PRO 

10:13 – La gara di Fernando Alonso fino a questo momento è stata eccezionale; il suo vantaggio sulla Toyota #7 è superiore ai 2 minuti e mezzo 

10:09 – Ancora in regime di safety car per l’impatto di Paul di Resta 

10:00 – 5 ore al termine della 24 ore di Le Mans: Toyota, G-Drive e Porsche saldamente al comando 

9:49 – Alonso è di nuovo leader della corsa 

9:44 – Riparte la gara con una slow zone nel settore 3. Subito lotta nella GT PRO tra Bruni e Dirk Muller 

9:40 – La Toyota comunica ad Alonso che è virtualmente primo dal momento che la #7 di Conway deve fermarsi per la sosta 

9:33 – foratura della posteriore sinistra per la Oreca-Gibson numero 31  

9:29 – Sosta ai box per Alonso che deve aspettare che il semaforo diventi verde per non incappare in qualche penalità 

9:18La safety car raggrupperà il gruppo e questo non può fare altro che giovare a questa 24 ore 

9:14 – Safety car in pista per aggiustamenti del circuito 

9:03 Mike Conway ritorna sulla Toyota numero 7 dopo la penalità 
Buongiorno a tutti da Alessandro Patanè! Vi accompagnerò fino alla fine di questa 24 ore per le ultime 6 ore.  

Vi ringrazio lettori del Metropolitan Magazine Italia per aver seguito in mia compagnia queste 6 ore! Dalle ore 9 prenderà il mio posto Alessandro Patanè che porterà a termine la nostra live lunga 24 ore!

Ore 8:43 – Missione recupero per Andrè Lotterer! Dopo l’errore  commesso in partenza, l’ex Audi ha il passo per andare a prendere l’altra Rebellion che si trova ora in terza posizione! 

Ore 8:33 – La situazione in classifica rimane invariata quando mancano ancora 6 ore mezza alla fine della 24 ore. 

Ore 8:18 – Davvero una Le Mans da dimenticare per Aston Martin che, nonostante il BoP, si trova a lottare con le vetture di classe Gte Am!  

Ore 8:05 – Intanto continua il duello a stelle e strisce fra Ford e Corvette con alla guida rispettivamente Dixon  e Rockenfeller! Questi due piloti sono in lotta per la quarta piazza di classe. Intanto viene assegnato un Drive Trough alla Ferrari numero #52 di Antonio Giovinazzi! 

Ore 7.51 – allo scoccare della 17esima ora, la classifica vede sempre la Toyota in testa alla generale e alla classe Lmp1. In Lmp2, sempre davanti la G-Drive con alla guida Rusinov. In Gte Pro e Am le Porsche dettano legge. Per la casa di Stoccarda è il miglior modo per festeggiare i suoi 70 anni! 

Ore 7.37 – Sia la Toyota numero 7 con alla guida Conway,  sia la numero 8 si vedono assegnare una penalità stop & go di un minuto per non  aver rispettato il limite di velocità nella slow zone posta precedentemente! Penalità che non influenza la classifica generale. 

Ore 7.25 – Brutta botta per la Dragonspeed #10 con alla guida Hanley! Sempre nella zona delle Porsche curves, il pilota ha perso il posteriore della sua Lmp2 andando ad impattare contro le barriere esterne. Fortunatamente riesce a ripartire e raggiungere i box.

Ore 7.15 – Buemi mette fra lui e la Toyota numero 7 ben 40 secondi! Pazzesco! Nel mentre, molte Gt durante la sosta vanno a sostituire dischi e pastiglie dei freni messi davvero a dura prova dalle violente staccate presenti su questo tracciato.

Ore 7:02 – Nonostante fosse stata prevista, non cadrà pioggia nelle prossime ore a Le Mans. Intanto Matteo Cairoli, sulla #88 della Proton Racing, è andato a muro alla chicane Ford. Brutto impatto.

Ore 6:50 – La Cetilar riesce a tornare ai box per riparare i danni. La G-Drive #26 consolida la propria leadership in Lmp2 così come i restanti battistrada nelle altre classi. Cambio pilota sulla Toyota numero 8: scende in pista Sam Buemi!  

Ore 6:30 – Nakajima passa Kobayashi e si porta in prima posizione. La Ts050 numero 8 è la nuova leader della 24 Ore di Le Mans! Nel mentre colpo di scena! La Villorba va a muro nella zona di Indianpolis. Danni alla parte anteriore del prototipo!

Ore 6:25 – Le Toyota sono vicinissime: solo 3 secondi le separa!

Ore 6:20 – Nessun cambiamento in classifica. Antonio Giovinazzi è nuovamente rientrato in pista e ora si trova in 7a posizione di classe. Ottima prima 24 ore per lui fino ad adesso!

Ore 6:05 – A 9 ore dal termine, la Le Mans è nelle mani della Toyota, quasi sicuramente. Sempre prima la G-drive in Lmp2. Vediamo se la classifica subirà dei cambiamenti! 

Ore 5:49 – Poniamo ora la nostra attenzione sulla Cetilar Villorba Corse. La scuderia italiana si trova ora in 13a posizione in classifica di classe e 17esima in generale. Risultato tutto sommato positivo tenendo conto che è partita penalizzata causa l’incidente occorso in qualifica a Giorgio Sernagiotto!

Ore 5:37 – Dominio assoluto delle Porsche 911 RSR della Porsche GT Team in classe Gte Pro. Stessa discorso vale in classe Gte Am, con la Porsche #77 della Proton Racing che sta gestendo il proprio vantaggio. 

Ore 5:24 – Prime luci dell’alba a Le Mans. La classifica rimane invariata. Ora sarà importante per i piloti mantenere la concentrazione. L’alba, a detta di molti, è la fase più delicata dell’intera 24 ore! 


Ore 5:05 – Kobayashi sta distanziando la #8 che si era precedentemente avvicinata. Penalità per la Ferrari #52 della AF Corse per aver superato il limite di velocità nella Slow Zone! 

Ore 5:00 – A parte il duello per la prima piazza, non si notano grandi lotte al momento in pista. In attesa dell’alba che porterà sicuramente nuove variabili alla gara.  

Ore 4:48 – Le due Toyota entrano entrambe ad un giro di distanza l’una dall’altra. Sulla #7 Kobayashi ha sostituito Lopez. Sotto potrete trovare la classifica momentanea di classe Gte Am! 

Ore 4:40 – Slow Zone alle curve Porsche per una vettura del Jackie Chan che si è girata. Ora solo 10 secondi separano le due Toyota. La lotta per la vittoria sta per entrare nel suo vivo!

Ore 4:16 – Nakajima ha preso il posto di Alonso da alcuni minuti ma la musica non cambia: la Ts050 #8 sta letteralmente divorando l’asfalto del Circuit de la Sarthe! Lopez è ora a soli 30 secondi!  

Ore 3:55 – Incidente alle curve Porsche! La G-Drive #29 guidata da Gutierrez è andata ad impattare sulle barriere esterne con una dinamica molto simile a quella che ha messo fuorigioco la SMP di Isaakyan! Nel mentre Frenando Alonso si avvicina sempre più: è a soli 40 secondi da Lopez! 

Ore 3:49 – Problemi per la Lmp2 del Racing Team Nederland: fumo dagli scarichi! 

Ore 3:43 – Lopez si ferma ai box e nel mentre Alonso continua a spingere! Ora è  a soli 58 secondi dall’altra Toyota e continua ad avvicinarsi. 

Ore 3:34 – Ma andiamo a vedere anche la gara degli altri. In classe Lmp2 la G-Drive di Vergne è in testa alla classifica di classe. In Gte Pro la Porsche #92 si trova in prima posizione, mentre in Gte Am è prima la Dempsey-Proton Racing #36. 

Ore 3:26 – In testa alla gara c’è ancora Josè Maria Lopez sulla Toyota #7! Lui e Fernando Alonso stanno girando su tempi molto simili. Vediamo come si evolve la situazione! 

Buonasera a tutti dal vostro Gabriele Bassi! Per le prossime sei ore seguiremo la diretta della 24h di Le Mans insieme. Riuscirà Fernando Alonso a recuperare sulla vettura gemella? Scopriamolo insieme!  

Ora si conclude la seconda parte della diretta di Metropolitan Magazine Italia con il sottoscritto, Luca Luppino, e comincia la diretta con il nostro Gabriele Bassi. 

03:00 – Siamo giunti a metà della corsa con i leader delle rispettive categorie che non sono cambiate nel corso dell’ultima ora. La categoria che darà maggiore interesse sarà certamente la LMP1 con Alonso che sta provando a rimontare sulla vettura gemelle. Ci riuscirà?

02:54 – Sotto investigazione il pit stop della Ferrari #51 da parte della direzione gara. 

02:48 – Fernando Alonso rientra ai box per una breve sosta. Alonso ha fino ad ora condotto una gara ottima. Nel frattempo rientra anche la SMP Racing #11 per una breve sosta, anche se la gara della #11 è stata rovinata nelle fasi iniziali della corsa.  Pit stop anche per Lopez nel giro successivo. 

02:45 – Lopez ed Alonso toccano i 190 giri complessivi con Alonso che accorcia sotto il minuto e mezzo il distacco dall’argentino. Alonso gira costantemente 3/4 secondi più veloce del pilota argentino. 

02:42 – Slow Zones nella parte centrale del rettilineo tra le due chicane. La vettura #31 del Dragonspeed di Pastor Maldonado si è insabbiata nella seconda chicane del lungo rettifilo. Maldonado non occupava una posizione primaria di categoria, era solamente in tredicesima posizione di categoria. 

02:36 – José Maria Lopez abbassa i propri tempi? Niente paura, Fernando Alonso li abbassa ancora di più! L’asturiano porta la sua Toyota #8 ad un distacco che si aggira attorno al minuto e mezzo di ritardo girando costantemente in 3:20. Ottimo pace per Alonso. 

02:25 – Vediamo la situazione per le scuderie italiane. Cetilar Villorba Corsa occupa con la sua Dallara #47 la 17 esima posizione con alla guida Felipe Nasr nella categoria LMP2. AF Corse occupa con la Ferrari #52 la quarta posizione e con la #51 l’ottava posizione con James Calado alla guida mentre Sam Bird è 13 esimo con la Ferrari #71. 

02:20 – José Maria Lopez non è un pilota conservativo e quest’oggi lo sta dimostrando. L’argentino sta rispondendo ogni giro ai tempi siglati da Fernando Alonso mantenendo così l’asturiano a debita distanza.

02:13 – Mike Conway, intervistato da Eurosport, si dice molto soddisfatto e che comunque manca ancora molto al termine. L’inglese sottolinea che la penalità attribuita alla vettura gemella non genera alcun cambiamento per la loro strategia, se non una maggiore prudenza nei doppiaggi. 

02:09 – Dopo uno stint lunghissimo, Mike Conway cede il volante sulla Toyota #7 a José Maria Lopez. Conway ha mantenuto un ritmo costante ed, oltretutto, ha guidato per la bellezza di oltre 5 ore fino a questo momento. Grande prova dell’inglese. 

02:04 – Situazione molto pericolosa alla Mulsanne. La vettura #25 di Patterson dell’Algrave Pro Racing della categoria LMP2 è di traverso all’entrata della curva. Situazione molto pericolosa che costringe la direzione gara all’esposizione della bandiera gialla. Patterson dopo qualche minuto riesce a ripartire, ma la vettura ha evidenti problemi. La Ligier JSP217 procede molto lentamente. 

02:00 – Eccoci arrivati al termine dell’undicesima ora di gara. Al momento le Toyota #7 conduce in tutta tranquillità sulla vettura gemella guidata da Alonso. In LMP2 G-Drive conduce con la vettura #26 mentre in GTE Pro conduce la Porsche #92 ed in GTE Am la Porsche #77. 

01:56 – Gara complicata per le BMW. La #82 è nona nella categoria GTE Pro con Farfus e la vettura di Catsburg solamente in 12 esima posizione. Un vero peccato per una BMW che aveva corso un’ottima gara prima dei problemi tecnici. 

01:53 – La notte porta consiglio alla Toyota TS050 Hybrid #8 con Fernando Alonso che continua a martellare tempi costantemente 2/3 secondi più veloci dei tempi fatti segnare da Conway. Il distacco tra i due rimane molto elevato, però lo spagnolo sta cercando in tutti i modi di accorciare le distanze.

01:43 – I tempi dell’asturiano si abbassano notevolmente. Alonso ha girato in 3:20.963 recuperando due secondi in un giro. Il distacco è notevole, ma mancano più di 13 ore alla conclusione della corsa. 

01:39 – Fernando Alonso prova subito a tirare e nel primo giro veloce sigla un 3:23.613 cercando di recuperare il tempo perso. La pista non sembra nelle condizioni ottimali, ci si attendevano dei ritmi decisamente più rapidi da parte sia di Toyota che delle altre LMP1. 

01:35 – Sosta ai box veloce per la Ford #68 che occupa al momento la terza posizione della classifica con Hand alla guida. L’altra Ford #67 di Tincknell è costretto a lottare con la Corvette #63 di Rockenfeller. 

01:31 – Ecco il momento tanto atteso. Fernando Alonso finalmente risale sulla Toyota TS050 Hybrid #8 al posto di Sebastien Buemi. Il pilota asturiano prova subito a spingere per recuperare i due minuti di ritardo da Conway. 

01:24 – Dato molto interessante: i piloti attualmente in gara nella 24h di Le Mans che hanno oppure hanno avuto a che fare con la Formula 1 sono ben 24 sui 60 partecipanti. 

01:21 – Pilet, pilota della Porsche #93, spiega i problemi che hanno afflitto la sua Porsche che, purtroppo, si trova attualmente in penultima posizione nella categoria GTE Pro. Scott Dixon intanto prova a recuperare i 10 secondi di ritardo da Giovinazzi con la sua Ford #69. 

01:15 – La corsa procede regolarmente con Sebastien Buemi che prova a ridurre il grande distacco da Mike Conway sulla Toyota TS050 Hybrid #7. Lo svizzero non riesce ad accorciare il distacco che continua ad aggirarsi attorno ai due minuti. 

01:05 – Ottimo lavoro di Antonio Giovinazzi alla guida della Ferrari #52 del team AF Corse che si è installato in quarta posizione di categoria e 26 esima posizione complessiva. Il pilota Ferrari si sta dimostrando molto veloce quest’oggi. 

01:00 – Ecco le posizioni di leadership al completamento della decima ora della corsa. Non ci sono particolari novità nelle varie categorie. 

00:51 – La Toyota TS050 #8 si ferma ai box, ma non c’è ancora il cambio pilota per Sebastien Buemi. Probabilmente al prossimo pit stop ci sarà il rientro in pista per Fernando Alonso. 

00:46 – Nella categoria GTE Pro conduce la Porsche #92 davanti alla gemella #91 davanti alla Ford #68 di Hand. In quarta posizione la Ferrari AF Corse #52 guidata da Giovinazzi. In GTE Am conduce la Porsche #77 di Dempsey Proton Racing che piazza la sua seconda vettura #88 in terza posizione. Seconda, invece, la Ferrari #84. 

00:45 – In questo momento di calma apparente, vediamo la classifica nelle quattro categorie. In LMP1 abbiamo la Toyota #07 che conduce la corsa davanti alla Toyota #08 e la Rebellion #03. In LMP2 la G-Drive di Vergne conduce davanti alla Alpine #36 di Negrao ed alla Ligier JSP217 #23 di Canal.

00:38 – Cambio vettura per la Ford #68 con Sebastien Bourdais che viene sostituito da Harry Tincknell. La vettura torna in pista in quarta posizione nella categoria GTE Pro. 

00:22 – Ecco il rientro in pista della Porsche #93. Intanto si ferma Sebastien Buemi per i 60 secondi di penalità. Ora il distacco di Buemi da Conway è di circa due minuti.

00:17 – Nella vetta della classifica qualcosa succede. La Toyota TS050 #8 di Sebastien Buemi subisce una penalità di 60 secondi per aver superato il limite di velocità di 80km/h durante una slow zone. Lo svizzero dovrà rientrare entro tre giri per scontare la penalità. Intanto la Porsche #93 di Tandy rientra in pista dopo oltre 20 minuti nel garage. 

00:15 – La BMW M8 di Eng #81 è in continua lotta con la Porsche #91 di Makowiecki. Intanto la situazione nella vetta della classifica generale non cambia. Conway con la Toyota #07 precede Sebastien Buemi con la #08 al momento. 

00:07 – Su Twitter Rebellion scherza sullo strapotere della Toyota invitandoli a non rallentare, perché noi siamo dietro di voi! Un bel siparietto tra le due scuderie attualmente leader della classifica LMP1. 

00:00 – Si sono appena concluse le prime nove ore di gara. Ecco la situazione nelle diverse categorie. Intanto Lotterer entra ai box per il pit stop con la sua Rebellion #1. La sosta nel garage per la Porsche #93 sembra più lunga del previsto. I meccanici hanno smontato il cofano della vettura per le verifiche. 

23:57 – André Lotterer sta facendo segnare dei tempi molto interessanti decisamente più veloci rispetto ai tempi dell’altra Rebellion. Intanto la BMW #81 di Eng si avvicina alla Porsche #91 di Makowiecki per la seconda posizione nella categoria GTE Pro. 

23:53 – Colpo di scena. La Porsche #93 di Nick Tandy è costretta ad entrare nel garage per un problema tecnico sulla vettura. Il pilota occupava la quarta posizione nella categoria GTE Pro. La vettura è comunque accesa e stanno facendo delle prove per dei rumori sordi in accelerazione. Pit stop anche per la Ferrari #71 di AF Corse. 

23:46 – Problemi tecnici per la Ginetta #6 nella categoria LMP1. La vettura è rientrata nel garage ed il pilota è uscito dalla vettura. Stessa sorte per la vettura di Algrave Pro Racing #25. Quest’ultima riesce a ripartire poco dopo, ma la gara è decisamente compromessa. 

23:44 – Intervista a Jean-Eric Vergne che si dice molto contento della vettura. Sottolinea quanto sia riuscito ad estendere il gap nella categoria LMP2 dicendosi molto soddisfatto, ma non si scompone molto l’attuale leader del mondiale di Formula E. 

23:32 – C’è dell’incredibile. Isaakyan riesce a ripartire con la macchina completamente a pezzi, ma il motore è completamente in fumo e la vettura #17 di SMP Racing deve definitivamente dire addio alla corsa. La macchina è completamente distrutta. 

23:26 – Lotta serrata tra la Porsche GT #91 di Makowiecki che difende la seconda posizione in GTE Pro dalla vettura gemella #93 guidata da Tandy. Il pilota #91 si difende egregiamente nelle chicane lungo il lungo rettilineo, una lotta davvero incredibile tra i due piloti. Tandy esce più veloce alla Mulsanne e non trova il sorpasso per un soffio anche per il traffico. 

23:18 – Sebastien Buemi comincia a martellare tempi interessanti riducendo il distacco dalla Toyota TS050 #07 di Kobayashi a circa un secondo. Derani intanto viene sorpassato da Wrestbook su Ford per la sesta posizione. La Ferrari #52 sembra un po’ in difficoltà in questa fase. 

23:15 – Slow zone alle curve Porsche mentre avviene la rimozione della vettura di SMP Racing #17. Niente da fare per Isaakyan che non è riuscito a ripartire. Un vero peccato perché fino a quel momento la gara era stata pressoché perfetta, specialmente con Sarrazin. 

23:12 – Intanto Isaakyan prova a ripartire, ma senza alcun successo. Kanaan si avvicina a Magnussen sul lungo rettifilo, il passo della vettura del brasiliano sembra superiore. I commissari provano ad aiutare Isaakyan a ripartire, ma non il pilota non riesce a farlo ripartire. Esposte le bandiere gialle nella zona dell’incidente. 

23:09 – La corsa continua con Magnussen su Corvette #63 che viene attaccato da Tony Kanaan su Ford #67 che lottano per l’ottava posizione. Il pilota brasiliano sta insidiando da molto vicino il pilota danese. Le lotte in GTE Pro sono sempre più serrate.

23:04 – L’incidente del pilota russo ha fatto scendere le bandiere gialle in pista per qualche secondo. Intanto ecco la classifica dopo otto ore di gara. Intanto le due Rebeillon salgono al terzo e quarto posto sfruttando l’incidente della #17. 

23:00 – Isaakyan scende dalla vetture per provare a ripartire in qualche modo e, per la prima volta negli ultimi anni, utilizza un kit per comunicare con il box. Il pilota russo cercherà di ottenere delle istruzioni per provare a portare la vettura almeno ai box. Un vero peccato, perché la vettura #17 aveva corso fino ad ora una corsa perfetta. 

22:58 – Bruttissimo errore di Isaakyan sulla SMP Racing #17. Incidente davvero molto brutto per il russo che prova comunque a ripartire anche se i commissari di pista non lo autorizzano a ripartire. Il pilota prova comunque a ripartire malgrado il botto alle curve Porsche. 

22:53 – Cambio pilota sulla Toyota #8 dove Nakajima lascia il posto a Sebastien Buemi. Lotta per la settima posizione in GTE Pro tra Derani su Ferrari #52 e la Ford #69 di Wrestbook. La vettura #35 di SMP Racing riesce ad arrivare finalmente ai box ed i meccanici lavorano subito sulla monoposto per sistemare la vettura. Sistemazione direttamente in piazzola e partenza immediata. 

22:46 – Foratura per la SMP Racing di Newey che occupava l’ottava posizione di classe. La #35 sta provando a rientrare ai box, ma si trova ad oltre 5 km e la vettura sta subendo numerosi danni. Intanto G-Drive Racing con la #26, la vettura che occupa la prima posizione, è sotto investigazione per il pit stop. Attenzione che qualcosa potrebbe cambiare. 

22:40 – Cambio pilota per la Porsche #92 leader della classifica GTE Pro. Fino a questo momento la vettura dalla livrea avveniristica ha dominato la corsa di categoria. Riuscirà a mantenere questo ritmo forsennato? 

22:38 – Gara completamente da dimenticare per Jackie Chan DC Racing con la vettura #33. Ancora grandi difficoltà per la vettura del team che lo scorso anno rischiò di vincere la corsa in modo rocambolesco. 

22:30 – Intanto, ecco un Oliver Pla in attesa di salire in macchina paparazzato da Ford Performance. 

22:18 – Muller su Ford #68 è in lotta per conservare la quinta posizione dall’assalto di Garcia sulla Corvette #63. Intanto in testa LMP1 la Toyota #8 sta cercando di riconquistare la prima posizione sulla Toyota #7 anche se il distacco è attorno ai cinque secondi. 

22:08 – La notte è ufficialmente calata a Le Mans. Quale sarà la categoria con le maggiori sorprese durante la parte di gara in notturna? Chiunque scommette sulla categoria GTE Pro, ma occhio alle battaglie a centro gruppo in LMP2. 

22:05 – Ecco la classifica allo scoccare della settima ora di gara. Non cambia nulla nelle posizioni di testa rispetto all’ora precedente. Il cambio tra le due Toyota è l’unico cambio mentre la G-Drive di Vergne sta correndo una corsa pressoché perfetta. Intanto si è conclusa la slow zone e la corsa prosegue. 

21:56 – Slow Zone alle curve Porsche per l’incidente di Dalla Lana. Intanto ecco la situazione in classifica e, nel frattempo, si ferma la leader della classe GTE Am la Porsche #77 di Reid. 

21:51 – Bandiera gialla. Incidente alle curve Porsche per l’Aston Martin #98 per la categoria GTE AM con Paul Dalla Lana. Il canadese stava spingendo forte, però il 52 enne ha commesso un brutto errore. Sono numerosi i danni alla parte frontale. 

21:50 – Cala la sera sulla 24h di Le Mans. I piloti stanno per entrare nella fase più difficile della corsa. Il cielo sembra abbastanza limpido, però le nuvole sono dietro l’angolo. Vedremo una seconda parte di gara con la pioggia? Intanto si torna a lottare per la prima posizione con la #7 che si difende dalla vettura gemella. Solo mezzo secondo il distacco.

21:47 – Ufficializzato il ritiro della By Kolles. Il ritiro della ENSO CLM P1/01-Nismo è stato reso necessario dopo l’incidente occorso circa due ore fa. E’ il primo ritiro di questa edizione. 

21:40 – Attenzione. La Porsche #94 di Dumas della categoria GTE Pro procede molto lentamente. Riesce a rientrare ai box la vettura, probabilmente la rottura della sospensione della posteriore destra oppure il tirante dello sterzo. Il francese fa molta fatica a tenere la vettura dritta. 

21:38 – Lotta nella categoria GTE Pro tra Vilander sulla Ferrari #52 e la Ford di Priaulx #67. La battaglia non è nelle posizioni di testa, ma una lotta tra queste scuderie è sempre molto bella. Priaulx sorpassa Vilander sfruttando la scia ed, oltretutto, la maggiore potenza. 

21:34 – Cambio al vertice con la #8 che cede la leadership al connazionale. Ora al comando c’è Kobayashi alla guida della Toyota #7 davanti all’altra Toyota. A completare la top-5 ci sono la SMP Racing #17, la Rebellion #03 e la gemella Rebellion #01 condotta da Jani.  

21:33 – I piloti Toyota sono appaiati. Kobayashi riesce a girare costantemente più veloce del connazionale. Incredibile vedere le TS050 Hybrid sfrecciare questi rettilinei sorpassando, anche rischiosamente, tutte le vetture. Grande rischio corso da Kobayashi nel doppiaggio su una Jackie Chan. 

21:23 – Kamui Kobayashi sulla Toyota TS050 Hybrid si è avvicinato notevolmente a Nakajima. Il distacco tra i due è poco più alto di un secondo. Il pilota sulla #7 ha compiuto degli ottimi giri e, sfruttando i doppiaggi, è riuscito ad avvicinarsi notevolmente. 

21:21 – Lotta nella categoria GTE AM tra Dalla Lana su Aston Martin #98 e Segal per JMW Motorsport #84. Il pilota dell’Aston Martin sta compiendo un’ottima rimonta nel corso di questa fase di gara. 

21:16 – Grafica molto interessante quella mostrata da Eurosport: i piloti Toyota delle due TS050 hanno realizzato degli stint praticamente identici con 40/41 giri a testa. Ora alla guida ci sono Nakajima sulla #08 e Kobayashi sulla #07. 

21:10 – Toni Vilander ha sostituito Giovinazzi sulla Ferrari 488 GT #52 e si lancia alla lotta per l’ottava posizione attaccando la Ford #69. 

21:06 – La gara riprendere regolarmente una volta risolto l’incidente di Montoya. Subito lotta tra la BMW #81 e la Porsche #93 per la categoria GTE Pro. Pilet sulla Porsche sorpassa Tomczyk su BMW, mentre G-Drive riesce ad allungare. Rientro in pista della Cetilar, purtroppo in 19 esima posizione di classe. 

21:00 – Si è concluso il primo quarto di gara. Ecco la classifica attuale in tutte le classi della classica de la Sarthe. Intanto alcune dichiarazioni da Richard Dean, proprietario del team United Autosports (team di Montoya). Probabilmente un errore del colombiano, dovrebbe essere solamente sostituito l’anteriore e poi ripartire regolarmente. 

Buonasera a tutti dal vostro Luca Luppino! Per le prossime sei ore seguiremo la diretta della 24h di Le Mans insieme. Tra poco scenderà la notte a Le Mans e le novità non si faranno certamente attendere. 

Ora si conclude la prima parte della diretta di Metropolitan Magazine Italia con il sottoscritto, Raffaello Caruso, e comincia la diretta con il nostro Luca Luppino

20:52 – La United Motorsport di J. Pablo Montoya è finita contro il muro di gomma. Bandiera gialla durante la gara ed il tratto dell’incidente diventa una zona slow zone.Intanto, la vettura di Nakajima esce dai box dopo un veloce cambio del musetto della sua vettura. 

20:46 – Antonio Giovinazzi rientra ai box con la sua AF Corse #52 e cede il volante a Vilander. Ottima performance per il giovane rookie italiano. 

Godetevi questo fantastico scontro tra le vetture di classe LMP2! Come potete ben notare, la luce naturale si dirada sempre più, mancano ormai pochi minuti al calar della sera. 

Inizia a farsi una certa ora, l’appetito inizia a farsi sentire ed in casa Ford e BMW ne sanno qualcosa. 

20:26 – Alonso abbastanza diplomatico ai microfoni. Parla del suo primo stint e della differenza con la F1. Ora andrà a fare una doccia e dormire, prima di ritornare in gara per la notte. 

20:21 – La Ford di Dixon inizia ad avvicinarsi sempre più alla Corvette di Rockenfeller. La Corvette, nonostante la potenza nettamente inferiore rispetto la cugina americana riesce a difendersi egregiamente. 

20:17 – Drive Trough Penality per Aston Marti, BMW e Corvette per aver superato la Safety Car. 

Questa la situazione in gara nelle varie classi, dopo 5 ore dall’inizio della competizione. 

 

Godetevi questo pit-stop in slow motion della Ferrari AF Corse. 

19:57 – Alonso porta la sua Toyota Gazoo Racing #8 in prima posizione, avanti alla vettura gemella guidata da J. Maria Lopez. 

19:49 – Le LMP1 ritornano nel vivo dopo il rientro della SC ai box! Un grande duello tra le due Toyota che fanno a zig-zag tra le vetture di classe minore. 

19:46 – La Safety Car ritorna in pista ora, si riaprono le danze mentre la sera continua ad avanzare. 

Immagini dell’incidente della vettura #4. 

Dopo qualche ora, la SMP Racing di Jenson Button è di nuovo in pista! 

19:19 – Safety Car in pista dopo una violenta botta da parte di Kraihamer su Bykolles Racing Team #4, dopo un contatto con delle vetture GTEPro in battaglia tra loro. 

19:17 – A. Giovinazzi battaglia con la Ford GT di Dixon portandosi avanti. Giovinazzi ora è in terza posizione ma la Ford non lo lascia scappare. Ottima performance però, per il rookie italiano! 

19:09 – B. Johnson su Ford GT Chip Ganassi #66 rompe la sospensione posteriore sinistra dopo un violento fuoripista. 

19:07 – Battaglia tra A. Giovinazzi su Ferrari AF Corse #52 e S. Dixon su Ford GT Chip Ganassi #69. Conduco invece in prima e seconda posizione la Porsche 911 RSR GT Team #92 e, con grande sorpresa la BMW Team MTEK #81. 

18:57 – A. Giovinazzi su AF Corse inizia a farsi valere, conquistando la 4a posizione ai danni di una delle Ford Chip Ganassi. 

18:53 – Rientra la Safety Car ai box, prepariamoci a vedere delle ripartenze da urlo! Nuvoloni intanto all’orizzonte, le auto iniziano ad accendere i fari, la notte inizia a calare sul circuito di Le Sarthe. 

La Jackie Chan DC Racing di Aubry costretta a fare ben 13 km a circa 60 km/h. 

18:40 – Foratura per G. Aubry su Jackie Chan DC Racing #38. Safety car in pista dopo l’ennesima foratura in gara. Sospetto qualche detrito pericoloso in pista. 

18:33 – Il tedesco Muller sulla Ford Chip Ganassi #68 mette pressione alla Porsche GT Team #91. 

18:30 – Si ferma la Toyota Gazoo Racing #7 per un problema alla posteriore sinistra. Problema risolto per la vettura Toyota. 

18:23 – F. Alonso raggiunge e supera la Toyota Gazoo Racing #7 di Lopez, diventando così nuovo leader della gara. 

18:20 – La Centilar Villorba Corse #47, condotta da F. Nasr, è finita contro il muro di gomme. L’auto non sembra ridotta in gravi condizioni e, probabilmente potrà continuare la gara. 

18:18 – Scontri cronometrici tra le due Toyota Gazoo Racing, che vedono la vettura #7 di J. Maria Lopez avanti rispetto la vettura #8 pilotata da F. Alonso, che continua a ridurre il distacco. 

18:05 – Jenson Button costretto a rientrare ai box per un serio problema alla sua SMP Racing #11. “Avrei voluto battagliare ancora un pò, guidare anche di notte magari e vivere la 24h appieno. CI sono un pò di problemi ma li sistemeremo.” 

E’ spettacolo nelle retrovie tra le vetture della classe GTPro! 

17:59 – Continua la danza sui cordoli delle due Porsche gemelle del GT Team che, pare non vogliano cessare di darsi battaglia! 

17:54 – La Corvette #64 di T. Milner ha perso un pezzo dell’auto in un punto di corda del tracciato. 

17:49 – In classe LMGTPro le Ferrari faticano a star dietro alle rivali Ford e Porsche che invece, continuano a dominare nella propria classe. 

17:30“Box,  box, box” arriva la chiamata ai box per S. Buemi, che dà il cambio allo spagnolo due volte campione del mondo di Formula 1 Fernando Alonso! Ripartenza aggressiva per lo spagnolo che dà il via alla sua prima esperienza a Le Mans! 

17:27 – Fernando Alonso allaccia il casco, è pronto a dare il cambio a Buemi e scendere in pista. 

17:24 – Le Toyota continuano a dominare la gara, doppiando la Rebellion Racing #3. 

17:20 – Battaglia per il quarto posto tra le Ford Chip Ganassi #66 e #69 e la Porsche GT Team #93 in classe GTPro. 

17:07 – A due ore dall’inizio della gara, le vetture alla testa della propria categoria sono le seguenti: 
LMP1: Toyota Gazoo Racing #8 S. Buemi
LMP2: G-Drive Racing #26 J. Vergne
GTPro: Porsche GT Team #92 L. Vanthoor
GTAm: Ferrari Spirit of Race #54 T. Flohr.  

Direttamente dal canale Twitter della 24h di Le Mans, le foto che ritraggono il momento del testacoda della Porsche. 

16:46 – Continuano le bandiere gialle in seguito l’incidente della Porsche. Una parte del S2 è una zona di slow zone. 

16:42  – In classe LMGTAm la Porsche con livrea Gulf pilotata da Wainwright dopo un brutto testacoda finisce contro il muro delle gomme. 

Alcune foto che ritraggono il momento della foratura della Ferrari di James Calado. 

16:31 – Foratura per la posteriore destra della Ferrari AF Corse di Calado che sarà costretto a rientrare ai box per cambiare le gomme. Gara in risalita ora per lui che si ritrovava a battagliare per il podio. 

16:21 – Calado a sandwitch tra le due Ford Chip Ganassi, era molto vicino per sorpassare la Ford #67. 

16:13 – Continua la lotta tra la Porsche 911 RSR GT Team #92 e la Ford GT Chip Ganassi #68. Il tedesco Muller su Ford non vuole lasciare andare il rivale Christensen su Porsche.

I primi tre classificati in classe LMP1 dopo la prima ora di gara. 

16:00 – Passata la prima delle ventiquattro ore di questa competizione, Andre Lotterer prosegue la sua risalita a caccia delle Toyota, a due minuti dalle auto ibiride nipponiche. 

15:53 – La Fordo Chip Ganassi #68 sempre più vicina ai tubi di scarico della Porsche 911 RSR Pink Pig #92. 

15:46 – Kevin Estre ha raccontato ai microfoni che i suoi 40 minuti sono stati molto difficili e pieni di stress. Commenta anche il suo scontro con la Porsche #91 della sua stessa scuderia, dicendo che ha dovuto alzare il piede poichè la Ford Chip Ganassi alle loro spalle si stava avvicinando approfittando del duello tra le due auto tedesche. 

15:40 – Dopo soli 40 minuti, la Porsche 911 RSR con la storica livrea Pink Pigeffettua il primo cambio pilota. 

15:35 – Calado sulla Ferrari AF Corse #71 riesce a farsi beffa della Ford GT Chip Ganassi #69. Ora, caccia alle Porsche. Le BMW iniziano a farsi valere, mentre la Corvette risulta essere un pò anonima. 

15:31 – Entra ai box la Toyota #8 pilotata da Buemi entra ai box. Stint tranquillo ma, inizia a cadere qualche goccia d’acqua. 

La vettura di Lotterer senza musetto rientrata ad inizio gara. Gara in risalita ora per lui che si trova in 24^ posizione. 

15:27 – Bagarre nelle retrovie tra i doppiati e la Ferrari di AF Corse ne approfitta per avvicinarsi alla Ford Chip Ganassi. Sono lì appaiati e continuano a battagliare da qualche giro ormai. 

15:23 – Iniziano i primi doppiaggi. La Toyota di S. Buemi inizia a sorpassare le GTE Pro sul rettilineo di Le Sarthe. 

15:20 – La Ferrari 488GTE riesce a guadagnare la posizione sulla Porsche 911 RSR, ora a caccia della Ford GT. 

Per smorzare un pò, vi riproponiamo il replay della partenza con il contatto di Lotterer. 

15:10 – Le due Toyota conducono la gara in solitaria già a 10 minuti dall’inizio della gara. 

15:05 – Parte subito lo scontro tra Ford Gt e Ferrari 488.  Una Rebellion, forse quella di Lotterer manda all’aria la sua gara, toccandosi alla prima curva e finendo nelle retrovie tra le LMP2. 

15:00 – Parte ora l’86^ edizione della 24h di Le Mans! Le due Toyota in testa e la Rebellion è sempre lì in agguato! 

14:52 – Le vetture iniziano a partire per il giro di riscaldamento lungo il Circuito di Le Sarthe. A bordo della Toyota Gazzo Racing troviamo lo svizzero Buemi, super concentratissimo come al suo solito. Conway a partire sulla Toyota #7 e Lotterer sulla Rebellion. 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA