Metropolitan Today

30 Settembre 2009, l’Indonesia trema e torna l’incubo tsunami

30 Settembre 2009, un terremoto di magnitudo 7,6 sconvolge l’Indonesia. A Sumatra, ormai ben 12 anni fa, si è registrato uno degli eventi sismici più grandi che hanno interessato l’isola. Alle ore 17:16:10 locali del 30 settembre 2009 la terra trema violentemente e la scossa di terremoto provoca più di 1000 morti.

Il 30 Settembre per l’Indonesia torna l’incubo terremoti e tsunami. A solo un giorno di distanza da un altro terribile evento sismico che aveva colpito questa volta l’isola di Samoa, in Nuova Zelanda che aveva dato vita ad un altrettanto terribile tsunami, in Indonesia si registra una forte scossa di terremoto. Padang è la città più colpita dal sisma essendo l’epicentro. Distrutti molti edifici ed infrastrutture pubbliche e le comunicazioni inevitabilmente saltate.

Immagine epicentro terremoto 2009
Immagine epicentro terremoto 2009

Un vero inferno! I media locali riportarono incendi e scene di panico fra la popolazione. Ci sono stati minimi danni anche all’aeroporto internazionale Minangkabu di Padang che risultava in un primo momento inaccessibile per il crollo di un soffitto. Il terremoto è stato distintamente avvertito anche a Giacarta, in tutta la Malaysia e a Singapore. Molti grattacieli sono stati evacuati subito dopo la prima scossa. I danni e le numerose vittime causate dal terremoto hanno generato in tutto il mondo azioni di solidarietà verso le popolazioni colpite.

La conta dei danni

L'Ambacang Hotel di Padang dopo il terremoto_photocredit:netaholic13
L’Ambacang Hotel di Padang dopo il terremoto_photocredit:netaholic13

Il terremoto di 7,6 gradi della scala Richter è stato registrato alle 12,16 ora italiana. L’epicentro è stato posizionato a 50 km da Padang, appena al largo della costa occidentale di Sumatra, alla profondità di più di 80 km. Non solo quella. Dopo circa 20 minuti c’è stata una seconda scossa di 5,5 gradi, ma più profonda. Le vittime accertate saranno più di 1000 e più di 2000 feriti tra quelli colpiti in modo grave e quelli colpiti in maniera più lieve. Tutto il mondo si mobilita per le popolazioni colpite dal sisma ed arrivano aiuti da tantissime parti del mondo.

Un edificio governativo distrutto a Padang_photocredit:ausaid
Un edificio governativo distrutto a Padang_photocredit:ausaid

Una vera e propria catastrofe si è dunque abbattuta sull’Indonesia a soli cinque anni dal terribile tsunami del 26 dicembre 2004 che provocò un maremoto dell’Oceano Indiano e della placca indo-asiatica. Fu uno dei più catastrofici disastri naturali dell’epoca moderna che causò centinaia di migliaia di vittime. Oltre 230 mila morti accertati in 13 Paesi.

Ilaria Festa

Seguici su:
Instagram
Facebook
Metropolitan

Back to top button