Acchiappa mostri: la recensione – Difendiamo le mura!

Foto dell'autore

Di Riccardo Pasquini

Una terribile orda minaccia di sfondare le difese del nostro castello. Solo dei veri eroi potranno fermare questo disastro e acchiappare tutti i mostri. Questo simpatico cooperativo è una rivisitazione di Castle panic semplificato per i più piccoli. Esploriamo nel dettaglio Acchiappa Mostri, un’interessante uscita targata Asmodee Italia.

Il mondo degli acchiappa mostri

Acchiappa mostri - componenti
Acchiappa mostri – componenti

Preparare il tavolo è moto semplice, si colloca il castello con le sue mura al termine del percorso. Si piazzano i tre mostri con la stellina nelle prime caselle del percorso, il resto dei mostri va mischiato a formare una pila da cui pescheremo casualmente. Mischiamo poi le carte castello e distribuiamone una per ogni giocatore. A questo punto diamo inizio all’invasione.

Un vero gioco di squadra

Come abbiamo anticipato il gioco è un cooperativo in cui, tutti insieme, ci dovremo impegnare a fermare i mostri che avanzano verso le mura del castello. Le istruzioni da seguire al nostro turno sono molto semplici:

  • Pescare una carta dal mazzo Castello
  • Giocare una carta dalla propria mano oppure chiedere a un giocatore di giocarla dalla sua.
  • Muovere i segnalini mostro in avanti di una casella verso le mura.
  • Pescare un nuovo segnalino mostro da giocare sulla mappa.

Per catturare un mostro e spedirlo nelle segrete dovremo giocare una carta che abbia lo stesso simbolo e lo stesso colore della casella su cui il mostro si trova. Alcune carte sono multi colore o multi forma e vanno gestite con parsimonia.


La partita finisce in due casi; se tutti i mostri sono stati catturati vincono i giocatori, se al contrario i mostri arrivano al castello è sconfitta per tutti.

Chi può diventare un vero acchiappa mostri

Il gioco di cui parliamo oggi è indirizzato a un pubblico giovanissimo (dai 4 anni in su) ed è chiaro che con un obiettivo del genere le regole debbano essere poche, semplici e prive di eccezioni, tutte ottime caratteristiche. Altra necessità di un prodotto per l’infanzia sono materiali resistenti e indicazioni grafiche chiare e facili da associare che Acchiappa mostri non si fa mancare. Il gioco coinvolge principalmente la cosiddetta “gestione della mano” e con il suo spirito cooperativo porta a interfacciarsi con gli altri di continuo. La durata è contenuta e il setup è talmente semplice che anche i bambini possono essere lasciati tranquillamente a gestirlo in autonomia.
A dirci la verità spesso ci si aspetta poco dai giochi per bambini, sarà la convinzione che le cose semplici possano risultare noiose o banali. Sicuramente il gioco non è una vera e propria sfida per i giocatori più navigati ma riesce a creare al tavolo una piacevole atmosfera di collaborazione tra avventurieri (tipica dei giochi di ruolo più classici) e una progressione affatto noiosa dell’orda che ci attacca.
Tirando le somme siamo di fronte a un gioco assolutamente valido per i più piccoli o per chi vuole condividere con loro un bel momento avventuroso. Da provare? L’unica risposta è decisamente sì!