Adriana Volpe parla di quella clausola shock che la Rai faceva firmare alle conduttrici donne prima di affidargli un lavoro o un programma

Adriana volpe rai

Adriana Volpe ha scoperchiato un vaso di Pandora, l’ex conduttrice Rai, al momento concorrente del Grande Fratello Vip, ha confessato la sua battaglia contro l’azienda Rai a causa di quella clausola profondamente offensiva e vincolante che le donne erano costrette a firmare.

Nei contratti Rai che venivano fatti firmare alle conduttrici, infatti era presente una clausola in cui si dichiarava espressamente in caso di gravidanza, la diretta interessata avrebbe dovuto immediatamente riferirlo all’azienda che si riservava la facoltà di interrompere immediatamente il contratto di lavoro senza dovere nulla alla persona in questione.

adriana volpe rai
Adriana Volpe e Magalli – Photo credit: KontroKultura

Una clausola shock davanti a cui, la stessa Adriana Volpe, si era trovata nel 2011 mentre era intenta a firmare un contratto Rai. La conduttrice da allora si è fatta portavoce di una battaglia per far cambiare quella postilla rivolgendosi anche ai giornali

La Volpe infatti ha ribadito come lei stessa da donna si è sentita in difficoltà ad avere figli durante questi anni anche a causa del lavoro. Ad oggi la clausola sarebbe stata modificata, certo è che fino al 2012 era presente e se non si fosse alzato un polverone l’azienda avrebbe continuato ad inserirla nei sui contratti

Un fatto gravissimo, come ha specificato Alfonso Signorini, precisando che tornerà su questo argomento importantissimo

© RIPRODUZIONE RISERVATA