Tennis

Agassi, quel giorno in cui attese Sampras e perse

La rivalità tra Andre Agassi e Pete Sampras ha segnato il mondo del tennis indelebilmente nel corso degli anni 90 ed ha dato vita a scontri di altissimo livello. Che si trattasse di titoli dello Slam o di Master 1000, i due hanno sempre tirato fuori il meglio di loro quando si sono trovati nelle due metà opposte del campo. E non soltanto tecnicamente. Infatti, c’è un evento davvero curioso che si è verificato in occasione della finale tra i due nel 1994 nella competizione Lipton Championships a Key Biscayne, oggi conosciuto come Master 1000 di Miami.

Agassi e Sampras
Pete Sampras e Andre Agassi a Miami nel 1994
Credits: Photo by Caryn Levy/Sports Illustrated via Getty Images)

L’evento che ha cambiato la rivalità Agassi-Sampras

Il giorno della finale Andre Agassi aspetta l’arrivo di Pete Sampras, ma quest’ultimo non appare al meglio della forma, vittima di un’intossicazione alimentare probabilmente dovuta alla cena della sera prima. Pete non sarebbe riuscito ad entrare in campo all’orario stabilito dal regolamento. Il kid di Las Vegas avrebbe potuto evitarsi una lunga ed estenuante battaglia decidendo, in quanto suo diritto, di intascarsi il montepremi previsto per il vincitore del torneo sfruttando il forfait dell’avversario.

Tuttavia, ad Agassi non sembra il caso di vincere in tal modo e decide di posticipare l’incontro concedendo al grande rivale di rimettersi in forma e poter affrontare ad armi pari l’incontro. Il fair-play dimostrato in tal frangente da Agassi non è affatto scontato, in quanto i due, pur rispettandosi come tennisti, a causa dell’immensa diversità di carattere non sono mai stati in rapporti molto stretti. Dopo un primo set che lo vede favorito per un punteggio di 7-5 e dopo aver rimontato da 2-5 per Sampras, Andre Agassi è costretto ad arrendersi di fronte alla ritrovata forma dell’avversario e cede gli altri due set per 3-6 3-6.

Oggi è noto alle cronache tennistiche che il rispetto strepitoso mostrato dal ribelle tennista americano nei confronti del suo connazionale, più tradizionalista e compito, ha creato un debito morale che è stato ripagato l’anno successivo. Nell’edizione 1995 dello stesso torneo, infatti, dopo due ore e 13 minuti di gioco, Agassi può alzare al cielo il trofeo del vincitore. Il kid di Las Vegas si è aggiudicato il match con il punteggio di 3-6 6-2 7-6. Alla fine della loro carriera, il bilancio degli incontri è di 20 a 14 in favore di Sampras, ma quel gesto del 1994 ha cambiato per sempre la rivalità tra i due campioni.

Back to top button