Cultura

Alessandro Benetton si racconta nel suo libro “La Traiettoria”

Adv

Alessandro Benetton, l’imprenditore trevigiano, di 58 anni si racconta per la prima volta in “La traiettoria”, il suo libro dedicato ai suoi tre figli e alle nuove generazioni, edito da Mondadori. Dagli anni in America alla fine del matrimonio con Deborah Compagnoni, passando per la storia travolgente con Carolyn Bessette.

Alessandro Benetton: il libro che racconta la sua vita

Nel libro racconto i momenti difficili, ciò che non ha funzionato – ha spiegato Benetton – L’ho scritto partendo da una necessità. Ho cominciato a dialogare nel web quando mi sono accorto che c’era un problema: non volevo che le vicende che coinvolgevano la nostra famiglia potessero ripercuotersi sulla mia attività. Così ho creato la pagina Instagram, volevo far sapere che la mia attività si dedicava a tutt’altro, gli investitori erano differenti” ha raccontato Benetton.

Il libro è composto da tre macro capitoli che rappresentano tre fasi della vita di Alessandro Benetton. Dalla sua infanzia, alla scelta di andare a studiare in America. E poi eccolo quando appena laureato analista alla Goldman Sachs viene introdotto nel mondo della Formula 1 chiamato nel team. A 26 anni, dopo il master a Harvard, ha deciso di intraprendere la sua strada. 

“Ho ricevuto un’educazione molto severa da parte di mio padre. Per lui noi figli dovevamo riuscire a stare in piedi da soli, l’etica dell’azienda veniva prima di tutto anche del favorire i figli che dovevano guadagnarsi la propria credibilità. Un modo di fare duro ma con un senso dell’etica profondo. Nella sua durezza è stato molto generoso con me. Grazie ai suoi insegnamenti e al suo esempio oggi sono chi sono”.

Racconta con grande delicatezza anche del suo matrimonio con Deborah Compagnoni. Del loro incontro e di un rapporto ventennale.

Siamo solo noi quattro – riferendosi a se e i figli nel periodo del lockdown – perché intanto il mio matrimonio con Deborah è finito: ci siamo accorti di avere progettualità differenti, quindi abbiamo preso strade differenti. Resta il ricordo delle tante cose fatte assieme, della semplicità, del sentimento e resta il giusto dolore la disillusione. Ma non c’è rancore”.

Ma non solo, parla anche dell’intenso rapporto avuto con Carolyn Bessette con cui Benetton vive una storia travolgente e totale durante gli anni di Harvard. 

“Carolyn è la metà della mia felicità durante gli anni di Harvard- confessa a cuore aperto-e credo di poterlo dire senza tradirne la memoria, io sono metà della sua”

Matteo Salvatore

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button