Cinema

Alessandro Preziosi si considera un miracolato per il suo lavoro

L’attore partenopeo Alessandro Preziosi, in un’intervista a Il Messaggero, si mostra realista e pragmatico per quanto riguarda il suo mestiere ed i benefit che ne possono scaturire : “Per mezza giornata di lavoro ti danno lo stipendio mensile di tre persone“.

Alessandro Preziosi : “Orgoglioso di definirmi privilegiato”

A seguito dell’uscita di Bla Bla Baby (2022) regia di Fausto Brizzi, che l’ha visto come assoluto protagonista, l’interprete si è lasciato andare relativamente ad i privilegi connessi alla sua professione.

Non è il solo del resto ad esprimersi in questo modo sul fare l’attore in importanti circuiti distributivi nostrani. Una testimonianza ancor più diretta infatti la dava già Marcello Mastroianni quando nel lontano 1988 teneva una lezione al Csc (Centro sperimentale di Cinematografia). Queste furono le sue parole :

Il mestiere dellattore io lo vivo come un gioco meraviglioso. Recitare è quasi meglio che fare l’amore perché è inebriante assumere sembianze, atteggiamenti e psicologie di qualche altro. È quello che fanno i bambini. È il gioco più antico.

Marcello Mastroianni al Csc (1988)

Ora, dal gioco “felliniano”, che caratterizzava l’istrione laziale ecco l’uscita di Alessandro Preziosi :

Sono fiero di avere il coraggio di dire che sono un miracolato. Il miracolo determina sempre uno stupore nei confronti di ciò che accade. E io, non ho dubbi, sono stupito e consapevole. Se penso alle tante cose fatte in questi anni, di recente anche un documentario da regista sul terremoto dell’Irpinia di cinquant’anni fa, me lo ripeto: sono un miracolato.

Alessandro Preziosi a Il Messaggero

Senza voler dare pesi eccessivi all’attore napoletano, non è nuova nella storia dello spettacolo questa ammissione di “vita miracolata” da parte di chi è riuscito a recitare in produzioni professionistiche. A prescindere dalla qualità effettiva dei film, le questioni da porsi in merito potrebbero alludere dunque sia ad una falsa modestia di entrambi oppure semplicemente ad una sottovalutazione del lavoro dell’attore.

Tutto questo francamente non ci è dato saperlo anche perché le dichiarazioni lasciano sicuramente spazio a riflessioni in tal senso ma non a sentenze definitive. Tuttavia è sempre giusto ribadire, a scanso di polemiche, che molto spesso tra “gli stipendi mensili” nominati da Preziosi, ci sono anche molti artisti del mondo dello spettacolo che non arrivano a cifre consone e “l’essere miracolato”, come lui stesso poi ha sottolineato, è stato un qualcosa che è venuto a seguito di tanta e tanta gavetta.

Per concludere le dichiarazioni sulla fama di essere considerato uno stron**:

Passo per essere uno stron**? Lo pensano in tanti, è vero. Meno di prima, però. Dice così solo chi non mi conosce. Sono napoletano e mi piace fare battute. Adoro prendere in giro le persone. Mi diverto con poco, solo che a volte sembra troppo. La mia stron***gine, o il mio essere fuori luogo, si spiega così. La butto sul surreale, sottolineo il ridicolo, esagero un po’. Non prendo sul serio ciò che non deve essere preso sul serio. Ormai tutti si credono chissà cosa. A chi del mio mondo si lamenta, e succede spesso, dico: Hai capito o no che per mezza giornata di lavoro ti danno lo stipendio mensile di tre persone? E poi i soldi sui diritti di immagine: qui non esistono i diritti veri.

Edoardo Baldoni

Back to top button