Gossip e TV

Ambra Angiolini, la risposta del Tapiro d’Oro alla Ministra Bonetti

La risposta del Tapiro d’Oro alla Ministra Bonetti sul recente caso della consegna del Tapiro ad Ambra Angiolini.

Il Tapiro D’Oro, Ambra Angiolini e la lunga lettera alla Ministra

Gentile ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, mi presento: sono il Tapiro d’oro.  

Ci tenevo a scriverle dopo che anche lei – che onore! – ha impegnato alcuni minuti del suo tempo per parlare di me in compagnia delle menti più brillanti della Nazione. Sono nato nel 1996, premio dal muso lungo e triste.  E da allora vengo consegnato ai cosiddetti “attapirati”.  

Senza andare troppo indietro negli anni, sono finito nelle mani di Stefano De MartinoDiletta Leotta, Riccardo ScamarcioBelén RodriguezIgnazio MoserFederica PellegriniFrancesco Monte, ecc. Motivo? I loro cuori spezzati, senza distinzione di genere. Come vede, mi sono sempre fatto un punto d’onore di rispettare le Pari Opportunità.

Lei, invece, cara Ministra, sembra non considerare Diletta Leotta degna della sua tutela, con il solito doppiopesismo rivelatore.

L’amica Ambra Angiolini, ci tengo a dirlo, è stata avvicinata in modo amichevole dal tapiroforo Valerio Staffelli: nessuna fuga, richiesta di spegnere le telecamere o segnali di fastidio. Anzi!

Per mostrarle che tutto si è consumato in modo sereno, sul nostro sito può vedere la prima parte del servizio, non andata in onda: Ambra, che ha una lunghissima carriera alle spalle e molta consuetudine con il mondo dello spettacolo, non ha mai manifestato a Staffelli la minima volontà di non essere intervistata, come risulta evidente durante tutto il servizio. 

A telecamere spente, inoltre, Ambra si è raccomandata con Staffelli che in sede di montaggio non venissero compiute azioni che stravolgessero il senso di quello che lei aveva detto; richiesta naturalmente accolta.  Nel pomeriggio, prima che andasse in onda il servizio, quando è uscito il post della brillantissima, lucidissima, maturissima penna Jolanda, a Staffelli, che l’aveva contattata per chiedere spiegazioni, Ambra ha risposto: 

“Oddio, che cosa ha fatto mia figlia!”. 

Una guerra persa, visto il numero dei nemici, ma che per noi vale sempre la pena combattere.

Quanti sepolcri imbiancati, prosseneti, finti moralisti o semplici ciarlatani, individui in crisi di astinenza o semplicemente bisognosi dell’esternazione quotidiana si sono sentiti autorizzati a  pontificare sull’argomento!

Chissà che non ci incontreremo presto…

Il Tapiro d’oro

Seguici su FacebookInstagram e Metrò

Adv
Adv

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Adv
Back to top button