4.1 C
Roma
Gennaio 25, 2021, lunedì

Ascoli, Bertotto confermato ma bisogna cambiare rotta

- Advertisement -

A sorpresa l’Ascoli ha rinnovato la fiducia nei confronti di Valerio Bertotto. Il tecnico siederà sulla panchina del Picchio anche per la sfida contro il Venezia questo fine settimana.

La società conferma Bertotto

E’ stata una settimana molto complessa in casa Ascoli. Nell’ultimo turno di campionato, i bianconeri hanno ottenuto un solo punto contro la modesta Virtus Entella. Un pareggio che sa quasi di sconfitta per l’ambiente ascolano. All’indomani di questo risultato, infatti, si è alzato un polverone riguardo alla panchina del Picchio con un interrogativo assiduo: l’esonero di Bertotto è imminente?

Negli ultimi giorni sembrava quasi sicuro che il tecnico nativo di Torino potesse lasciare il timone della squadra. Si sono susseguiti una marea di nomi tra cui l’ex allenatore della Spal e della Nazionale under-21, Gigi Di Biagio, e Andrea Sottil, l’anno scorso protagonista della salvezza del Pescara.

E’ però notizia dell’altro ieri che la società ha fatto chiarezza con il seguente comunicato ufficiale: “In riferimento alle notizie uscite sui vari organi di stampa, peraltro diffamatorie e non conformi alla realtà dei fatti, per cui l’Ascoli Calcio avrebbe ricevuto molteplici rifiuti da alcuni tecnici, la stessa Società precisa quanto segue: Valerio Bertotto è e sarà saldamente alla guida tecnica della Prima Squadra per il prosieguo della stagione per la serietà, dedizione e professionalità che sempre sono state finora da lui confermate. Avendo inoltre constatato la totale coesione da parte di tutto il gruppo nei suoi confronti, non potrà il momento negativo mettere in discussione il suo operato. Avanti tutti insieme con spirito positivo e consapevoli di quello che bisogna affrontare.

Verso Venezia-Ascoli: due facce, stessa medaglia

Adesso che il tecnico è stato confermato e le acque si sono calmate, bisogna già riportare la concentrazione sul campo. Contro il Venezia non sarà affatto semplice provare a vincere la partita. Soprattutto visto il momento di forma magico che i lagunari stanno vivendo.

Il Venezia, infatti, si sta dimostrando una delle rivelazioni di questo campionato di Serie B. Gli arancioneroverdi occupano il quinto posto in classifica e nelle ultime 5 partite hanno ottenuto ben 10 punti. In più, l’attaccante Francesco Forte, anche quest’anno, si sta dimostrando un bomber micidiale con 6 gol nelle ultime 5 partite!

Al contempo, l’Ascoli ancora non riesce a scrollarsi di dosso questa partenza a rilento in campionato. E’ vero, la Serie B è ancora agli inizi, ma la vittoria inizia a divenire necessità. Nelle ultime 5 partite sono arrivate solo 4 punti, frutto di una vittoria ed un pareggio. Il tutto accompagnato dal fatto che l’Ascoli non riesce a concretizzare in attacco, con soli 4 gol all’attivo.

Insomma, Ascoli e Venezia vivono due momenti di forma completamente diversi e vanno a comporre due facce della stessa medaglia: una splendente e l’altra ancora in chiaroscuro. La partita di questo sabato sarà importantissima per capire se qualcosa sia cambiato nel Picchio. Queste soprattutto dopo lo stoico pareggio ottenuto contro la Virtus Entella, con i bianconeri che hanno raggiunto il pari a fine gara in 9 uomini. La speranza è quella che contro il Venezia sarà guerra vera per ottenere i tre punti e ritrovare nuovamente un po’ di certezze.

Carmine Rinaldi

Seguici su Facebook!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -