Astoria – La Ferrovia degli Animali: la recensione

La terra di Astoria è in forte espansione. Città, fabbriche e ferrovie stanno nascendo. Sarà grazie ad intrepidi uomini d’affari che, curando la produzione di materie prime, cavalcheranno l’Era d’Oro di Astoria e costruiranno la loro fortuna. Ma solo uno sarà il Magnate più grande di tutti. In Astoria – La Ferrovia degli Animali, 2-5 giocatori costruiranno il proprio impero sul denaro ricavato dalla produzione e vendita di materie prime. Denaro che reinvestiranno nella costruzione di edifici per la comunità e nelle nuove ferrovie. Alla fine della partita, chi avrà ottenuto più punti vittoria sarà il vincitore.

astoria
La scatola di Astoria – Photo Credit: Sabrina Podda.

Astoria è un gioco competitivo edito in Italia da Pendragon Game Studio, che ringraziamo per la collaborazione e per la copia review. Unendo la gestione delle risorse alle meccaniche di asta e al set collection, Astoria si presenta come un gioco di media complessità ben studiato nelle sue componenti.

Astoria: nella scatola della Ferrovia degli Animali

All’interno della scatola troviamo:

  • La plancia di gioco;
  • 6 set di segnalini risorse, 25 per tipo;
  • Il segnalino primo giocatore;
  • Banconote nei tagli da 1, 5, 10, 20 e 100 dollari;
  • 7 tessere edificio Risorsa Bonus;
  • 20 tessere edificio Avanzate;
  • 24 carte Ferrovia;
  • 16 carte Città;
  • 54 carte Prezzo e Produzione;
  • Il Regolamento.

Le regole della Ferrovia

Dopo aver separato le risorse per tipo, piazzate un segnalino per ciascuna risorsa sul relativo prezzo più basso nell’area mercato della plancia. In base al numero di giocatori, prendete le carte Ferrovia indicate, mischiatele e ponetele nell’area di gioco dedicata sulla plancia. Dopodiché, scopritene due. Il mazzo delle carte Città invece deve essere composto con le carte di valore più alto sul fondo e con quelle di valore più basso in cima. Scopritene una per volta.

Mischiate le sette tessere edificio Risorsa Bonus, sceglietene quattro e piazzatele sui relativi spazi con il lato +1 visibile, riponete le altre. Dopodiché, mischiate le tessere edificio Avanzate, create una pila e piazzatela sulla plancia. Formate la banca con le banconote e date ad ogni giocatore 10 dollari. Dopo aver mischiato il mazzo Prezzo e Produzione, distribuite ad ogni giocatore 3 carte.

astoria
Il setup della plancia di gioco – Photo Credit: Sabrina Podda.

Il primo giocatore prenderà poi una risorsa di partenza a scelta, il secondo due risorse diverse e così via. Non si possono avere due risorse di partenza uguali. Siete pronti ad iniziare. Una partita ad Astoria si compone di diversi round. A partire dal primo giocatore, ognuno può compiere una delle cinque azioni disponibili:

  • Produrre: per produrre risorse, giocate dalla mano una delle vostre carte Prezzo e Produzione. A prescindere da quante risorse siano indicate nella parte bassa della carta, potete produrre solo 3 risorse a scelta tra quelle indicate. Dopodiché, fate salire i prezzi di tante unità quante indicate sulla parte alta della stessa carta. Non potete avere più di 10 risorse, se ne ottenete di più dovete immediatamente scartare quelle in eccesso.
  • Vendere risorse: potete vedere un solo tipo di risorsa per azione, ma nella quantità che volete. Moltiplicando il prezzo indicato sulla plancia mercato per il numero di risorse che decidete di vendere, otterrete il valore in denaro della vendita. Scartate le risorse vendute e prendete i soldi dalla banca, poi abbassate il prezzo della risorsa venduta di tante unità quante quelle che avete appena venduto.
  • Asta Ferroviaria: nel vostro turno, potete puntare denaro per cercare di ottenere una carta Ferrovia tra quelle visibili. L’offerta minima di partenza è indicata nell’angolo in basso a destra della carta. Ogni giocatore può scegliere se superare l’offerta precedente o passare. Se il giocatore che ha indetto l’asta ottiene la carta, la piazza scoperta davanti a sé e termina il suo turno. Altrimenti, ha diritto ad una nuova azione, compresa una nuova asta. Non si può puntare più denaro di quello che si possiede.
  • Comprare un edificio: pagandone il costo in denaro, è possibile acquistare uno degli edifici disponibili. Gli edifici vi forniranno bonus di vari tipi e amplieranno inoltre il vostro magazzino di una unità. Invece di acquistare un edificio, con la stessa azione, pagandone il costo potrete migliorare uno dei vostri edifici Risorsa Bonus.
  • Comprare una Città: pagando la quantità di risorse specifiche o a scelta indicate sulla carta, potete acquistare la carta Città scoperta e metterla davanti a voi.
astoria
Dettaglio delle risorse – Photo Credit: Sabrina Podda.

Non appena sarà stata acquistata l’ultima carta Città o comprata con l’asta l’ultima carta Ferrovia, si conclude il round corrente e la partita termina. Passate quindi al conteggio dei punti. Ogni giocatore otterrà i punti indicati sulle carte Città e i punti per le carte Ferrovia dei set che ha collezionato. Più copie della stessa Ferrovia faranno ottenere i relativi punti indicati sulle carte. Otterranno inoltre 1 punto per ogni tessera edificio e 2 punti per ogni coppia di carte Città-Ferrovia. Il giocatore col maggior numero di punti sarà il vincitore.

Astoria: un gestionale light

Astoria è un gioco di gestione risorse bilanciato da meccaniche di asta e da un po’ di alea. Attraverso la scelta attenta delle vostre azioni, turno dopo turno, costruirete il vostro impero e la vostra strategia. Ogni carta che giocherete vi farà ottenere delle risorse e farà alzare i prezzi di altre. Vendere al momento opportuno, prima che gli altri possano far calare i prezzi, è fondamentale per guadagnare più dollari ed essere di conseguenza più competitivi alle aste.

Le aste rendono interattivo un gioco che altrimenti rischierebbe di essere giocato in solitaria. Le aste aggiungono quella competitività necessaria, soprattutto se al tavolo avete degli avversari agguerriti che risponderanno dollaro su dollaro. Ogni set è composto da quattro carte rivelate casualmente. Da valutare con attenzione quindi il momento e la carta più opportuna su cui puntare. I set di Ferrovie faranno ottenere un numero diverso di punti, puntare e ottenere le carte apparentemente meno redditizie potrebbe farvi completare tutto il set di 4 carte, sempre che gli avversari ve lo permettano!

astoria
Le carte Ferrovia – Photo Credit: Sabrina Podda.

Astoria è un gioco pensato e bilanciato sotto tutti i punti di vista, con numerose varianti sulla durata della partita e sulle condizioni di vittoria. Molto curiosa e divertente la variante di vittoria al raggiungimento dei 1000 dollari, non semplicissima e più da studiare della partita completa. Le illustrazioni sono bellissime e i materiali ottimi. I primi turni, se sottovalutati, rischiano di risultare un po’ ripetitivi, ma più aumenta il numero di giocatori più le prime fasi e la crescita dei prezzi diventano rapide. La durata è forse un po’ lunga, ma più i giocatori prendono familiarità con le azioni e la pianificazione più la durata è destinata a calare. Sicuramente Astoria è un gioco da giocare al massimo o quasi del numero di giocatori, dove tutte le azioni si mostrano al loro meglio, soprattutto le aste.

Le carte Città – Photo Credit: Sabrina Podda.

Astoria può essere un ottimo titolo con cui far avvicinare neofiti o giocatori poco avvezzi ai gestionali. Trattandosi di un gestionale atipico, con l’imprevedibilità dell’asta e l’alea della pesca delle carte, può divertire tutti i tipi di giocatori, nonostante la durata un po’ troppo lunga. Su quale ferrovia deciderete di puntare, Ricchi Procioni, Astute Volpi o Gatti Ciccioni? A voi la scelta!

Seguici su:

© RIPRODUZIONE RISERVATA