Calcio

Azionariato popolare Inter, Cottarelli: “Obiettivo? Controllo del club…”

Il progetto dell’azionariato popolare dell’Inter incentivato da Carlo Cottarelli continua senza sosta. Ecco cosa sta succedendo e a che punto siamo per vedere i tifosi diventare proprietari della loro squadra. Le ambizioni dell’economista sono davvero altissime.

È tutto pronto per l’azionariato popolare dell’Inter, Cottarelli: “Proposta a Suning entro novembre”

Ecco le parole dell‘economista a margine di un seminario ‘Se non ora quando?‘ organizzato dalla stessa Interspac, società che sta tentando di coinvolgere i tifosi interisti nell’azionariato popolare:

Contiamo di presentare la nostra proposta entro due mesi, entro la fine di novembre. Il nostro obiettivo è quello rafforzare l’Inter. Ci sono difficoltà, non posso nasconderlo: dal coordinare un numero grande di persone nella gestione del club alla creazione di un modello finanziariamente sostenibile. Se ci fosse interesse da parte della proprietà dell’Inter sulla nostra proposta, passeremmo alla fase della raccolta da parte di tifosi e altre parti interessate. Se si raccolgono abbastanza risorse, l’ambizione è di arrivare al controllo dell’Inter. Il punto fondamentale è capire quanto riusciremo a raccogliere. Non credo che la maggioranza sia tuttavia l’unica soluzione, diventa possibile solo se si raccolgono abbastanza risorse. Credo si possa andare oltre i numeri raggiunti finora, poi vedremo. Non escludo nulla. Dobbiamo rimboccarci le maniche, il progetto è difficile ma è molto bello. Tifoso-consumatore? Non mi piace, preferisco tifoso-proprietario. Un tifoso che diventa proprietario non per questioni economiche ma perché crede che sia meglio avere come proprietario qualcuno che ama il calcio

Aperture significative sono arrivate da Gabriele Gravina, presidente della FIGC, e Giovanni Malagò, numero uno del CONI. Si attende, adesso, la presentazione ufficiale dell’offerta a Suning.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credits: Inter Facebook)

Adv
Adv
Back to top button