Street Art Metropolitan

Il bacio di Hayez senza contagio e l’amore ai tempi del coronavirus

Il coronavirus purtroppo è uno degli argomenti piu social dell’ultimo periodo. Le notizie portano in alto sempre gli stessi titoli, allarmismo inutile e psicosi “ignorante” ha creato un unico filo che lega gli italiani dal Nord al Sud con il nodo della “paura”. Il timore del contagio, viene liberamente ed espressamente superato in una bellissima forma di Street Art: il Bacio di Hayez cosa c’entra con il coronavirus?

Ogni giorno si leggono solo le notizie sul numero dei contagiati che sale, sulle vittime che vengono colpite e sui “luoghi” in cui viene scoperto dal testo positivo al virus. Oggi una notizia diversa dal solito circola sul web e potremmo dire: finalmente! Protagonista? L’amore ed il coronavirus! Senza sdrammatizzare una situazione che purtroppo sta creando anche dolore a parecchie famiglia, ma da ieri sta facendo il giro del mondo sul web il nuovo murale di TvBoy! Un bacio per superare ogni paura di contagio!

TvBoy ed il murales sull’amore ai tempi del Coronavirus: il “Bacio di Hayez”

L’amore ai tempi del coronavirus è la rivisitazione in formato stencil adesivo su muro del celebre “bacio” di Francesco Hayez. Lo street artist TvBoy ha disegnato i due protagonisti dell’opera, esposta alla Pinacoteca di Brera a Milano, mentre sfoggiano i simboli della psicosi scaturita negli ultimi giorni a causa della diffusione del virus in Italia: la mascherina davanti alla bocca e l’Amuchina, il gel igienizzante che entrambi stringono tra le mani. L’opera è stata incollata su un muro di Milano e presentata su Instagram dall’artista siciliano di nascita e spagnolo d’adozione. TvBoy però non ne ha svelato la posizione esatta.

Adv

Alessia Spensierato

Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."

Related Articles

Back to top button