Attualità

Berlusconi al Monza: “Se vincete vi porto un pullman di tr**e

La battuta alla cena natalizie del club calcistico del Monza non poteva passare inosservata. Silvio Berlusconi, come suo solito, è intervenuto con una battuta sulle donne.

Il leader di Forza Italia dice di voler stimolare i ragazzi della squadra per farli vincere attraverso un regalo fatto di un pulmino di donne, che nello specifico chiama “pullman di tr**e”. La frase, percepita come una battuta, scatena l’ilarità della tavolata e di tutti i presenti.

C’è già chi cerca di normalizzare la battuta definendola goliardica, ma non c’è soltanto l’idea di usare le donne come premio, ma anche l’utilizzo di un termine dispregiativo per queste. Un doppio cartellino giallo consecutivo che in un contesto sportivo avrebbe comportato la sospensione. 

Silvio Berlusconi (FI) - Photo Credits: MM
Silvio Berlusconi (FI) – Photo Credits: MM

L’uscita di Berlusconi alla cena di Natale: cosa ha detto

Durante la cena di Natale della squadra di calcio di Monza, Silvio Berlusconi ha parlato alla platea. Berlusconi è il proprietario della squadra e durante il suo discorso ha confidato il suo metodo per stimolare i calciatori. Non bastava il lavoro dell’allenatore della squadra primavera, definito da Berlusconi “bravo, simpatico, gentile e capace di stimolare i nostri ragazzi“. Serviva una marcia in più.

Berlusconi alla cena di Natale: “Un pullman di tr**e” – Credits: Youtube

Nel video si sente Berlusconi dire:

Io ci ho messo un’entrata in più, perché ai ragazzi che sono venuti qui adesso ho detto: “Ora arrivano Juventus, Milan eccetera e se vincete con una di queste grandi squadre vi faccio arrivare nello spogliatoio un pullman di tr**e”.

La battuta sessista tra le risate non è goliardia

La battuta di Silvio Berlusconi non è una battuta goliardica, ma una battuta sessista. La gravità della battuta è stratificata. Da una parte vi è un personaggio con un ruolo politico importante, anche se con una fama da barzellettiere ormai nota; a questo si aggiunge l’idea di accomunare le donne a un premio, con una chiara visione di oggettificazione. Infine vi aggiunge anche il termine dispregiativo per queste. 

A incorniciare il momento ci sono le fragorosa risate del pubblico, che in due momenti tornano ad alzare il volume della risata: quando viene pronunciata e quando Berlusconi fa notare come i ragazzi (n.d.r calciatori del Monza) si sono dimostrati felicissimi. 

Seguiteci su:
Instagram
Facebook
Articolo di Giorgia Bonamoneta.

Back to top button