MetroNerd

Berserk: l’opera del Maestro Miura avrà un finale

Quando ho letto la notizia sono rimasta sotto shock per qualche minuto, incredula pensando che fosse uno scherzo… Questo perchè dalla morte del maestro Miura non era uscita nessun tipo di indiscrezione a riguardo. Ormai mi ero arresa, elaborando il lutto accontentandomi delle teorie sul finale che trovavo sulle pagine social dedicate a Berserk o sui canali Youtube dove appassionati come me, si confrontano in merito a quello che secondo loro sarebbe stata la degna fine alla vicende del Guerriero Nero, che con la sua forza di volontà cerca di stravolgere il destino che gli è stato riservato.

le prime immagini del capitolo 365 - photocredits: Dr.Commodore
le prime immagini del capitolo 365 – photocredits: Dr.Commodore

La lettera che precedeva l’ultimo Capitolo di Berserk

Ero sicura che Berserk fosse terminato perchè dalle ricerche che avevo fatto per mesi online cercando informazioni, pareva che l’ultima comunicazione ufficiale fosse sempre solo quella rilasciata dallo staff del maestro, pubblicata a settembre in concomitanza con l’uscita del capitolo 364, che lo Studio Gaga aveva provveduto a terminare:

“A tutti i fan di Kentaro Miura,

Vorremo cogliere questa occasione per ringraziare tutti i lettori di Berserk per il vostro continuo supporto.

Il capitolo 364 di Berserk pubblicato in questo numero (nota: della rivista) è l’ultimo lavoro postumo di Kentaro Miura. Siamo stati in grado di portare a compimento e pubblicare il manoscritto che ha lasciato grazie al supporto dei membri dello Studio Gaga che hanno lavorato a Berserk assieme a Kentaro Miura negli anni.

Siamo anche lieti di annunciare l’uscita del prossimo volume previsto per questo Dicembre. Ringraziamo tutti i lettori per avere aspettato così tanto tempo, specialmente in queste circostanze in cui le informazioni erano poco chiare e ambigue.

Questo volume inoltre farà da memoriale per Kentaro Miura come suo ultimo manoscritto. Abbiamo deciso di utilizzare una delle sue bozze fatte ad inchiostro per realizzare la copertina, sperando che riesca ad esprimere ai lettori tutta la sua passione, forte abbastanza da essere percepibile persino dalle sue bozze. Speriamo riuscirete a percepire la devozione che metteva nel suo lavoro. Creando questo volume ci siamo resi conto di quanto grande e potente fosse Berserk per noi, proprio come l’Ammazzadraghi di Gatsu.

Siamo profondamente dispiaciuti di informarvi che non ci sono ancora informazioni riguardo il futuro di Berserk in questo momento. Una cosa però possiamo prometterla come Young Animal, l’editore che ha lavorato con Kentaro Miura su Berserkla nostra prima priorità saranno sempre le sue volontà, ciò che avrebbe pensato se fosse ancora con noi.

Ultimo ma non per importanza, abbiamo un messaggio per tutti i fan dal Giappone e da oltreoceano. Abbiamo letto tutte le vostre lettere e vorremo esprimere ancora una volta tutta la nostra gratitudine per il vostro continuo amore e supporto.”

"A tutti i fan", la lettera di hakusensha, in quello che sembrava il capitolo finale di Berserk - photocredits: mondo di nero
“A tutti i fan”, la lettera di hakusensha in quello che sembrava il capitolo finale di Berserk – photocredits: mondo di nero

Le lettere della redazione di Young Animal e quella di Koji Mori

Ed ecco che invece la redazione di Young Animal, ha deciso di ufficializzare la notizia che Berserk avrà un finale facendo una nuova comunicazione ai lettori; a cui segue anche una lettera da parte di Kōji Mori, il nuovo supervisore, che è stato per più di un quarto di secolo il miglior amico di Kentaro Miura.

Kentaro Miura insieme all'amico Koji Mori - photocredits: Reddit
Kentaro Miura insieme all’amico Koji Mori – photocredits: Reddit

Ai nostri lettori.
Riprenderemo la serializzazione di Berserk. Vi preghiamo di accettare le nostre scuse per la lunga attesa prima di questo annuncio. Abbiamo letto il maggior numero possibile di commenti per “Dai Berserk-ten (The Great Berserk Exhibition)”, “Young Animal Memorial Issue (Young Animal 2021 No.18)” e Berserk Volume 41. Siamo estremamente grati per ognuna delle vostre parole e per i vostri messaggi inviatici attraverso i social media. Siamo veramente commossi dall’amore che tutti avete per Berserk e dall’influenza che ha avuto nelle vostre vite. È davvero triste che Kentarō Miura stesso non sia qui per leggere i vostri commenti con noi. Prima della sua morte, Kentarō Miura ha parlato con il suo caro amico Kōji Mori delle storie e degli episodi che aveva in mente per Berserk. Ha anche avuto colloqui simili con il personale dello studio e l’editore.

Si chiese: «sarebbero tutti sorpresi se avessi disegnato qualcosa del genere? Che ne dici di un personaggio come questo? Questa trama sarebbe interessante?».

I discorsi non erano intesi come le sue ultime parole, ma facevano parte dei suoi giorni ordinari come mangaka. Tali giorni ordinari continuarono per più di un quarto di secolo. Le nostre menti e i nostri cuori sono ancora pieni dei pensieri che il signor Miura ha condiviso con noi durante quel periodo. Abbiamo anche trovato promemoria di idee che ha scritto e disegni per personaggi che ha disegnato e lasciato. Eravamo riluttanti a concludere la sua storia senza condividerla con i suoi fan. La nostra speranza è che tutti leggano l’ultimo episodio che abbiamo messo insieme, fino all’ultimo frame. Dopo aver ripreso la serie, il nostro team di produzione ha deciso una politica di base.

«Sig. Miura ha detto così».

Questo è ciò che il team di produzione ha tenuto a mente. Dal momento che non ha lasciato bozze, è impossibile per noi creare un manoscritto esattamente nel modo in cui avrebbe voluto. Tuttavia, scriveremo il manga in modo da non deviare dalle parole del signor Miura. Vorremmo prendere il “Kentaro Miura” che abbiamo conosciuto così affettuosamente attraverso le nostre conversazioni e il nostro lavoro e trasmetterlo a tutti voi in modo sincero. Riteniamo che questa politica, sebbene imperfetta, sia il modo migliore per trasmettere nel modo più fedele possibile il Berserk che il signor Miura ha immaginato. Dal prossimo numero, pubblicheremo prima sei capitoli fino alla fine dell’arco dell’Isola degli Elfi. Dopo, inizieremo un nuovo arco. I crediti dopo la ripresa saranno “Opera originale di Kentaro Miura, Manga di Studio Gaga, Supervisionato da Kōji Mori” e la numerazione dei libri manga continuerà in ordine.

Guardando indietro, il primo volume di Berserk è stato pubblicato nel 1990 con 28.000 copie pubblicate per la prima edizione.

Non è stato un successo immediato e solo un piccolo gruppo di persone lo conosceva. Tuttavia, ha attirato fan accaniti ed è stato in grado di mantenere il loro interesse perché le persone potevano sentire il desiderio del signor Miura di perfezionare il suo mestiere. Dopo un po’, Berserk è diventato un grande successo grazie agli straordinari sforzi del signor Miura e a un po’ di fortuna. Oggi il primo volume è stato letto da 2 milioni di persone in tutto il mondo. Crediamo che Berserk abbia toccato il cuore di molti fan e il signor Miura sarebbe felice di sapere che i suoi pensieri hanno avuto una grande influenza sulla vita e sul lavoro delle persone. Ci auguriamo che tutti continueranno ad avere lo stesso legame con Berserk nei capitoli a venire.

Grazie a tutti i fan che ci hanno inviato messaggi.

Siamo anche grati ai tanti fan che hanno tranquillamente supportato il manga attraverso i loro pensieri. Ognuno di voi sarà la fonte della nostra energia mentre avanziamo. Siamo veramente grati a tutti voi.

Giugno 2022
Reparto Editing Young Animal

Quasi 30 anni fa, Miura mi ha chiamato e mi ha detto: «Ho bisogno di parlarti del disegno di una bozza». Andai al suo posto di lavoro solo per parlare come facciamo sempre, ma Miura sembrava più serio del solito. «Ho bisogno di disegnare l’Eclisse», ha detto. Sentivo che sarebbe stato un duro lavoro, ma non riuscivo a crederci quando sono stato intrappolato al chiuso per una settimana… In quel momento, la trama di Berserk è stata completata, fino all’ultimo capitolo.
Stranamente, la storia di Berserk è andata avanti esattamente come abbiamo discusso all’epoca, quasi senza cambiamenti. Ho continuato a parlare spesso con Miura, ogni volta che c’era un grande evento. Lo facevamo fin da quando eravamo studenti, consultandoci mentre lavoravamo ai manga. Penso che le persone con un buon intuito si rendano conto ormai che conosco la storia di Berserk fino alla fine. Tuttavia, non posso dire di poterlo disegnare perché lo so. Questo perché solo il genio Kentarō Miura può scrivere un capolavoro come Berserk. Tuttavia, una grande responsabilità è caduta su di me.

Mentre era vivo, Miura ha detto: «Non ho detto a nessuno oltre a te, Mori, la storia nella sua interezza».

E questa era la verità. È una responsabilità troppo grande. Ho pensato: «dovrei parlarne con i fan attraverso un’intervista? O dovrei pubblicare un articolo con alcune illustrazioni?» Ma questo non trasmetterebbe le scene che Miura mi ha descritto, o le battute di Guts e Griffith… Proprio mentre stavo cercando di decidere cosa fare, ho ricevuto un messaggio.

«Lo staff sta dicendo che finiranno l’ultimo capitolo che mancava, puoi dare un’occhiata?».

Le ultime pagine del capitolo erano incomplete. Alcuni non avevano nemmeno i personaggi disegnati. Ho dato un’occhiata al manoscritto, senza aspettarmi molto. La disperazione può spingere le persone a creare miracoli: ecco il manoscritto completo di Berserk.

«Sig. Mori, ce lo lascerai fare?»

Gli apprendisti di Miura, di cui Miura era stato così orgoglioso da vivo, me lo chiesero direttamente. Il direttore dell’azienda Shimada, un mentore per me e Miura, ha anche detto: «Se lo fai, l’azienda darà il nostro pieno supporto». Ho pensato, se scappo adesso, Miura mi direbbe: «Te ne ho parlato tanto, ma non l’hai fatto!». Bene. Lo farò correttamente. Ho un messaggio e lo prometto a tutti.

Ricorderò più dettagli possibile e racconterò la storia.

Inoltre scriverò solo gli episodi di cui mi ha parlato Miura. Non lo svilupperò. Non scriverò episodi che non ricordo bene. Scriverò solo i versi e le storie che Miura mi ha descritto. Certo, non sarà perfetto. Eppure, penso di poter quasi raccontare la storia che Miura voleva raccontare. Il talento degli apprendisti di Miura è reale! Sono artisti brillanti. Molti di voi potrebbero non essere pienamente soddisfatti del Berserk scritto senza Miura, ma speriamo che il pensiero di tutti sia con noi. Vi chiediamo il vostro continuo supporto.

Giugno 2022
Kōji Mori

In questi mesi, sulle pagine social relative all’opera, ho trovato spesso un dibattito acceso fra chi ha accettato il finale di Berserk così come c’è stato lasciato e chi ha sempre sperato anche solo nel ritrovamento di uno scritto col finale che Miura aveva pensato. Onestamente non ho mai voluto prendere parte perchè mettevo a paragone due elementi per quanto mi riguarda imprescindibili: il primo riguarda le innumerevoli tavole senza dialoghi del maestro, capaci di scuotere l’animo del lettore, cariche di emozioni e della capacità artistica che hanno reso Kentaro Miura, uno dei mangaka più acclamati degli ultimi 30 anni.

Il Cavaliere del teschio e Zodd - photocredits: Tom's Hardware
Il Cavaliere del teschio e Zodd – photocredits: Tom’s Hardware

L’altro aspetto riguarda la storia in se e per se e le varie speculazioni che vi si possono fare, dato che l’autore non può darci direttamente la sua versione. Se sotto il punto di vista grafico, sono disposta ad accettare il lavoro dello Studio Gaga, in quanto apprendisti scelti e istruiti dallo stesso Miura; anche il fatto che sia gli assistenti che Mori si siano decisi a raccontare una versione degna del finale mi ha reso molto felice.

Detto questo non vedo l’ora di leggere come si evolveranno gli eventi, consapevole che comunque quello che verrà dopo il volume 41 è una grande celebrazione a quest’opera, che come il suo protagonista ha deciso di alterare gli eventi che sembravano prestabiliti, per omaggiare l’operato del suo creatore, a cui è sopravvissuta.

Se l’articolo vi è piaciuto seguiteci sulle nostre pagine Facebook e Instagram

Carlotta Mione

Adv

Related Articles

Back to top button