Cultura

Gli Uffizi ricevono i disegni di Bino Sanminiatelli

Bino Sanminiatelli è stato uno scrittore e disegnatore italiano. Nato il 7 maggio 1896 a Firenze, e morto a Greve in Chianti il 10 gennaio del 1984, era figlio di una ricca famiglia di possidenti agricoli. Nonostante ciò, amava definirsi un produttore di vini “prestato alla letteratura”, ma non solo. La sua passione per il disegno gli ha permesso di produrre straordinarie opere che, su testamento della figlia Carla, sono state donate al meraviglioso Museo degli Uffizi di Firenze.

L’artista ha vissuto un periodo straordinario per la letteratura e soprattutto per l’arte. Infatti lo stesso Bino Sanminiatelli, dopo essersi stabilito a Parigi, nel 1917 si unisce al movimento Futurista. Inoltre, sempre nello stesso anno, fonda la rivista internazionale “Noi” con Enrico Pampolini. Durante il soggiorno a Parigi poi, incontra artisti importanti come Tristan Tzara e i dadaisti di Zurigo.

Bino Sanminiatelli - PhotoCredit: © fondazioneprimoconti.org
Bino Sanminiatelli – PhotoCredit: © fondazioneprimoconti.org

La donazione da parte della figlia di Bino Sanminiatelli

La figlia Chiara aveva, nel suo testamento, inserito la donazione di oltre 200 disegni del padre Bino che dovevano andare agli Uffizi. I disegni, come spiegato in una nota del lascito testamentario, vanno dagli anni 10 agli anni 50 del novecento. La vasta collezione comprende schizzi, paesaggi, raffigurazioni di animali. Questa è la terza donazione arrivata al museo Uffizi nel corso di questo 2020.

Questo importante lascito racchiude e inquadra perfettamente tutto il periodo di produzione artistica dello scrittore, ed evidenzia il suo profondo legame con la sua terra, la Toscana. Così come commenta il direttore del museo Eike Schmidt, che la definisce “una donazione di particolare significato non solo per gli Uffizi, ma per Firenze e la sua storia. Con i disegni di Bino Sanminiatelli si suggella il rapporto tra letteratura e arte”. 

a cura di Marianna Soru

Seguici su

Twitter
Instagram
Facebook

Metropolitan Arts & Lifestyle

Back to top button