Bleachgate: la follia del curarsi con la candeggina

Grazie a Internet sono tornate alla ribalta vecchie truffe che nulla hanno di buono e che possono causare gravi problemi di salute. una di queste è il cosiddetto Bleachgate, ovvero le cure con la candeggina.

Questo tipo di “terapia alternativa” ha preso piede negli Stati Uniti nel 2010 grazie all’opera del tecnico minerario Jim Humble, una sorta di guru che sponsorizzava un disinfettante a base di cloro per curare varie malattie come HIV, malaria, epatite virale, influenza, acne e cancro: oggi queste cure sono tornate in auge ma è cambiato il tipo di disturbi trattati, con l’autismo infantile come nuovo obiettivo.

Bleachgate nello specifico

Ma come funziona questa “cura”? Tutto parte dall’assunto che l’autismo sia causato da un non meglio precisato parassita. Questo parassita vive soprattutto nell’apparato digerente e in particolare nel tratto intestinale dei bambini colpiti da questo disturbo. Allo scopo di eliminare questi parassiti si deve fare un lavaggio disinfettante per via orale o attraverso un clistere, impiegando opportune soluzioni candeggianti per eliminare i parassiti. La cura può prevedere addirittura 16 somministrazioni al giorno per un periodo dai tre ai sei mesi e va portata avanti anche se il bambino lamenta dolori e bruciori, interpretati erroneamente come il segno dell’efficacia del trattamento.

Un po’ di insana teoria

La soluzione più spesso associata a questa pratica è una miscela al 28% di clorito di sodio e acido citrico, che reagendo formano una miscela comunemente impiegata, in forma più concentrata, anche nelle industrie come detergente e smacchiante. La miscela viene ingerita o spruzzata nell’intestino. I primi sintomi sono vomito, diarrea e disidratazione, cui si aggiungono vari effetti tossici a medio e lungo termine. Sono possibili danni al DNA, ipercloremia, disordini idroelettrolitici e corrosione dei tessuti.

È proprio quest’ultima che porta alla perdita di quelli che vengono identificati come i “parassiti” e che non sono altro che pezzi di tessuto digeriti dalla miscela. Gli studi del diossido di cloro sugli animali mostrano come il diossido di cloro incida sulle funzioni della tiroide e come riduca i globuli rossi nel sangue: è stato inoltre osservato che, se si assume una dose più concentrata della soluzione, si possa rischiare un collasso respiratorio.

Ma perché il Bleachgate?

Questo tipo di “terapia” è salita agli onori della cronaca quando il Daily Mirror ha scoperto, grazie ad alcune testimonianze, dell’esistenza di un gruppo segreto su Facebook.
I genitori si scambiavano consigli e feedback sulla terapia, e l’inchiesta ha portato anche a denunce e sequestri. In Italia due produttori di questa miscela sono stati scoperti, il loro “laboratorio” sequestrato e i due sedicenti medici denunciati dai Carabinieri dei NAS per esercizio abusivo della professione medica e vendita di sostanza tossica.

Stefano Pellone

Bibliografia

Goldfrank’s Toxicologic Emergencies, McGraw-Hill Professional; 8th edition (March 28, 2006), ISBN 978-0071437639

Clinical Toxicology of Commercial Products. Robert E. Gosselin, Roger P. Smith, Harold C. Hodge, Jeannet Braddock. Uitgever: Williams & Wilkins; 5 edition (September 1984) ISBN 978-0683036329

https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/brit-kids-forced-drink-bleach-11924623

Toxicity of Chlorine Dioxide in Drinking Water – International Journal of Toxicology, Informaworld.com.

http://medbunker.blogspot.com/2010/10/mms-ci-voleva-un-ragazzino-ma-in-gamba.html

http://medbunker.blogspot.com/2010/11/denunciati-produttori-di-mms-esercizio.html

“Vendo on line rimedio miracoloso” — Scoperto laboratorio di farmaci tossici, in La Stampa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA