Bonus bicicletta 2020: tutte le informazioni per richiederlo

Tutte le informazioni necessarie per ottenere il bonus bicicletta 2020. Previsto uno sconto del 60% sull’acquisto del mezzo. Occorrerà scaricare un’app del ministero dell’Ambiente

Foto Flickr

Che cos’è il bonus bicicletta e a chi spetta

Questo bonus è un contributo economico che verrà erogato a chi acquisterà una bici o un monopattino elettrico. L’incentivo nasce per favorire la ‘mobilità dolce‘, ossia per evitare il troppo traffico nei centri urbani. Dai 200 euro iniziali il bonus è aumentato fino a 500 euro. L’obiettivo è quello di alleggerire il peso della circolazione su mezzi pubblici e privati. Per usufruire dell’agevolazione bisognerà scaricare l’app ‘Bonus bicicletta 2020‘ che dovrebbe essere rilasciata a fine agosto. Il decreto che prevede l’incentivo sarà emanato nei prossimi giorni.

Secondo il decreto Rilancio 2020, il bonus spetta a tutti i maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione (anche al di sotto dei 50.000 abitanti); a coloro che vivono nei capoluoghi di Provincia (anche al di sotto dei 50.000 abitanti); nei Comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti; nei Comuni delle città metropolitane anche al di sotto dei 50.000 abitanti.

Come funziona

Il bonus permette di scontare del 60% il prezzo dei mezzi. Il tetto massimo riconosciuto è di 500 euro. Ne hanno diritto coloro che acquistano biciclette tradizionali, a pedalata assistita e a chi acquista veicoli per mobilità personale elettrici e monopattini.

Richiedere il bonus Biciletta

Il ministero dell’Ambiente spiega come funziona l’applicazione necessaria per usufruire del bonus. Nella Fase 1 il cittadino paga il prezzo intero e poi riceve il rimborso del 60% della spesa. Questa prima fase è partita il 4 maggio 2020 e terminerà una volta che sarà operativa l’applicazione. Per ottenere il contributo occorrerà conservare la fattura (non lo scontrino) che verrà allegata all’istanza da presentare tramite app. I mezzi potranno essere acquistati in negozi fisici e online.

Per la seconda fase, che scatterà il giorno del rilascio dell’applicazione, il cittadino pagherà al negoziante il 40%. Lo stesso venditore riceverà il 60% del rimborso. Previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, su base di un buono spesa digitale valido 30 giorni dalla data di emissione. L’elenco dei negozianti aderenti all’iniziativa sarà pubblicato sulla piattaforma online.

Si ricorda che per accedere all’app sarà necessaria l’identità digitale (SPID)

Restate aggiornati su Metropolitan Magazine Attualità. Seguiteci su Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA