Attualità
Trending

Bonus bollette 2022: ecco come funziona

Dal primo aprile e fino al 31 dicembre 2022, milioni di famiglie potranno ora accedere al Bonus bollette per luce e gas. Con l’approvazione del Def il governo ha ripristinato 4,5 miliardi di euro, fondi che aiuteranno diverse famiglie a contrastare i prezzi delle bollette.
Ecco le novità sul Bonus Sociale per luce e gas, entrate in vigore da aprile.

Cosa c’è da sapere sul Bonus bollette 2022

E’ partita la campagna informativa nazionale di contrasto ai rincari energetici, che assicura uno sconto in bolletta a molte famiglie in Italia. Il Def, approvato all’unanimità dal Consiglio dei ministri lo scorso 6 aprile, ha sbloccato i 4,5 miliardi di euro. Fondi che verranno utilizzati per contrastare il costo di luce e gas già previsti dal dl bollette. Adesso è il Parlamento a dover esaminare il testo del decreto bollette, che arriverà il prossimo 21 aprile sul tavolo del Senato.

Le ultime novità sul Bonus bollette 2022

Negli scorsi mesi il governo è già intervenuto più volte sul tema, cambiando ad esempio l’impianto normativo del cosiddetto “bonus bollette”. Dallo scorso 1° aprile, fino al 31 dicembre, si è ampliato il cerchio dei beneficiari del già esistente Bonus sociale elettricità e gas, innalzando la soglia ISEE fino a 12mila euro (prima era a 8.265 euro). Da 4 milioni ora sono circa 5,2 milioni gli italiani che ne possono usufruire, percependo uno sconto in bolletta. A questi, vanno aggiunti anche i nuclei famigliari numerosi con Isee entro i 20mila euro annui e gli utenti con patologie gravi e certificate che necessitano di apparecchi elettrici di tipo medico. L’accesso al processo per il riconoscimento del bonus è automatico per tutti coloro che hanno già presentato una Dichiarazione Sostitutiva Unica.

Come richiedere lo sconto in bolletta

La procedura per ottenere il bonus bollette è abbastanza semplice e richiede pochi passaggi.
La DSU può essere presentata in autonomia direttamente online, sul sito ufficiale dell’INPS, accedendo su MyINPS e utilizzare il servizio per l’Isee precompilato.
In alternativa si può chiedere il supporto degli uffici CAF. INPS stessa poi, una volta acquisita la Dichiarazione, selezionerà automaticamente le famiglie che rispettano i requisiti per ottenere il bonus, e che accederanno allo sconto in bolletta.

Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), aggiorna periodicamente le tabelle con i criteri per accedere al bonus.
Tra i criteri per calcolare l’importo del Bonus per il gas vi rientrano anche le zone climatiche di residenza. Sul portale di Arera è possibile calcolare il proprio bonus inserendo dati come la zona climatica di appartenenza, i componenti del nucleo famigliare e quale utilizza si fa del gas (solo acqua calda e cottura, oppure acqua calda, cottura e riscaldamento).

Beatrice D’Uffizi

Instagram: https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit

Adv

Related Articles

Back to top button