MovieNerd

Boris: la quarta stagione si farà?

Boris: chi non conosce questa serie televisiva? Andata in onda dal 2007 al 2010, le sue tre stagioni e una pellicola prodotte l’hanno fatta entrare a mani basse nella cultura pop italiana. Inizialmente accolta solo dagli appassionati di cinema e tv e addetti ai lavori, ha presto riscosso successo nazionale. A dieci anni dal suo termine conta ancora innumerevoli fan che chiedono al produttore Lorenzo Mieli di fare una quarta stagione.

Visto il successo di Boris su Netflix pensiamo a una piccola grande reunion per una serie breve con tutti i personaggi.

Ha detto Lorenzo Mieli in una intervista a La Repubblica. Sembrerebbe quindi quasi ufficiale il ritorno sul piccolo schermo della troupe televisiva guidata da Francesco Pannofino (nella serie, René Ferretti). Ancora non è chiaro se arriverà in formato classico da quattordici puntate o come una miniserie da otto episodi. Quel che importa è che si stia pensando, e forse lavorando, ad un progetto per farli tornare.

La serie era scritta benissimo da autori lasciati liberi anche di scegliere il cast, senza che nessuno piazzasse raccomandati vari. […] Raccontava cose vere e non diverse da quelle di oggi. E certe dinamiche e gerarchie sono esperienze comuni in cui tutti possono riconoscersi. Come con Coso, lo stagista, o meglio “lo schiavo” interpretato da Alessandro Tiberi, di cui nessuno si ricorda il nome e tutti chiamano Coso.

Afferma Francesco Pannofino al Corriere della Sera. È proprio questo elemento che ha fornito la spinta per il successo di questa serie così amata da tutti: getta uno sguardo sul vero dietro le quinte della produzione di un telefilm che potrebbe essere quello che noi tutti seguiamo il venerdì sera. Il classico prodotto medio, ripetitivo, lavorato a tirar via, al quale la televisione ci ha abituato.

Nell’attesa, alcuni attori di Boris saranno presenti questo pomeriggio alle ore 15.00 all’UltraPop Festival su Twitch. Sul canale di Movieplayer saranno presenti Ninni Bruschetta (Duccio Patanè), Carlo De Ruggieri (Lorenzo), Antonio Catania (Diego Lopez) e Massimiliano Bruno (Nando Martellone).

Per tutti coloro che si sono persi questo capolavoro, o se solo avete bisogno di un prodotto di qualità che faccia ridere e riflettere sulla televisione italiana, le tre stagioni di questa “fuori serie” sono state inserite nel catalogo Netflix. Per tutti gli altri, non resta che sperare in una quarta stagione, e intanto salutare i nostri personaggi preferiti alla maniera del regista René Ferretti:

Dai, dai, dai!

Continua a seguirci su Metropolitan Magazine e resta in contatto con noi su Facebook, Instagram e Twitter!

Back to top button