Cinema

Bradley Cooper protagonista per P. T. Anderson

E’ noto che a fianco del fattore genio debba convivere il fattore sregolatezza. Senza la componente neuropatica la genialità congenita non può esprimersi al meglio sfruttando una piccola parte delle sue potenzialità. Paul Thomas Anderson riesce a coniugare le due peculiarità e per il prossimo film si avvarrà di un altro talento meno sregolato tale Bradley Cooper.

Bradley Cooper saturo di progetti.

Paul Thomas Anderson lega una carriera di successi tali “Il petroliere”, “Boogey nights”,“Il filo nascosto” ad una vita di eccessi legati alla cocaina di prassi e all’infame violenza coniugale. La scelta dell’attore protagonista per il suo prossimo film potrebbe bilanciare la follia distruttiva del regista in quanto status quo di tipico bravo ragazzo. Bradley Cooper dopo “A star is born” è assurto ad una dimensione che va oltre il divismo e che si insinua nell’inconscio dell’attore che sarà per molto tempo tacciato dal punto di vista umano.

Bradley Cooper in "A star is born" foto dal web . Bradley Cooper
Bradley Cooper in “A star is born” foto dal web

Per Bradley Cooper 8 candidature ai premi Oscar di cui 4 per la recitazione da “Il lato positivo” fino all’ultimo “A star is born” da lui diretto.

Il film di Anderson ancora senza titolo è la storia di un giovane ragazzo, studente, che decide di farsi attore nella San Fernando Valley, luogo di nascita e di crescita del regista. Un ruolo probabilmente da pigmalione per l’attore di Filadelfia in questa nuova opera che richiama le ambientazioni di “Boogey Nights” negli splendidi anni 70′. Ormai di norma il film a causa del coronavirus ha dovuto rinviare le riprese che dovrebbero iniziare ad autunno stato della California permettendo.

Paul Thomas Anderson foto dal web. Bradley Cooper
Paul Thomas Anderson foto dal web

Per Bradley Cooper periodo di gran carriera con in programma il biopic sul pianista e direttore d’orchestra Bernstein, “Night Alley” di Guillermo Del Toro e il doppiaggio di Rocket Racoon per “Guardiani della Galassia 3”.

Seguiteci su MMI, Metropolitan Cinema, Facebook, Instagram, Twitter.

Back to top button