Cronaca

Brescia: il coronavirus miete una nuova vittima, una donna di Crema, paziente oncologica con quadro clinico già compromesso

Brescia: il coronavirus miete una nuova vittima. Una donna di Crema, paziente oncologica il cui quadro clinico era già compromesso, è trasferita all’Ospedale Civile di Brescia dopo che il test sul coronavirus è risultato positivo.

Il bilancio dei contagiati, inoltre, aumenta di ora in ora: allo stato attuale, sono stati accertati sono almeno 229.

Angelo Borrelli, il Capo della Protezione Civile, nella conferenza stampa di oggi, ha elencato le regioni interessate dall’epidemia: 172 in Lombardia (comprese le quattro vittime), 32 del Veneto, di cui un decesso, 18 in Emilia Romagna, 4 in Piemonte e i 3 già accertati nel Lazio, ovverosia la coppia di cinesi e il ricercatore proveniente da Wuhan, già dimesso.

I ricoverati con sintomi in ospedale sono 99, 23 in terapia intensiva e 91 in isolamento domiciliare.

Per fronteggiare al meglio l’emergenza, è in atto un coordinamento unico nazionale con le regioni, al fine di evitare che le amministrazioni locali affrontino autonomamente la crisi. Sul punto, il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha dichiarato che:

È indispensabile che ci sia un solo centro di coordinamento per la gestione dell’emergenza in cui siano pienamente coinvolte tutte le regioni e con la guida del nostro coordinamento scientifico. Così sta funzionando, come dimostrano le ordinanze firmate nella giornata di ieri. Non servono scelte unilaterali di singoli territori.

Consegne extra per i punti vendita alimentari

Il Governo sta, inoltre, lavorando sul fronte delle scorte alimentari per le popolazioni del Lodigiano e del Piacentino, zone focolaio del virus.

La vicepresidente di Confcommercio, Donatella Prampolini, ha assicurato che sono state attivate delle cvonsegne extra per rifornire i punti vendita alimentari delle zone:

Nel weekend sono stati sotto assedio e svuotati soprattutto i supermercati del Piacentino […] abbiamo riorganizzato i turni e le risorse di personale per far fronte all’emergenza anche per l’assenza obbligata dei dipendenti della ‘zona rossa.

SEGUICI SU
FACEBOOK
TWITTER
INSTAGRAM
REDAZIONE ATTUALITA’

Back to top button