Formula 2

Brutto incidente in Formula 2, commozione cerebrale per Cem Bolukbasi

Il pilota turco di Formula 2 Cem Bolukbasi, nella giornata di ieri, è purtroppo stato il protagonista di un brutto incidente sul circuito di Jeddah nel corso delle prove libre del Gran Premio dell’Arabia Saudita.

Bolukbasi ha fatto preoccupare tutti: dopo aver sbattuto violentemente contro le barriere a bordo pista, infatti, è rimasto immobile all’interno della monoposto praticamente privo di sensi.

Formula 2: le condizioni del turco Cem Bolukbasi

Dopo aver passato la nottata al King Fahad Armed Forces Hospital ed essersi sotto posto a diversi esami clinici, i medici hanno evidenziato una commozione cerebrale per il pilota Cem Bolukbasi, che sarà costretto a diversi giorni di riposo prima di ritornare in pista.

A 25′ dalla bandiera a scacchi, infatti, si è infatti verificato un violento impatto per Cem Bolukbasi contro il muro. Il pilota turco della Charouz è rimasto a lungo nell’abitacolo, poi è sceso da solo dalla vettura. Successivamente è finito sulle barriere anche Pourchaire. Qui il comunicato della Formula 2 sulle condizioni di Bolukbasi: “Ha subito una commozione cerebrale ed è rimasto in ospedale durante la notte per ulteriori controlli precauzionali. Non è idoneo a correre per il resto del weekend”.

Adv

Alessia Spensierato

Alessia Spensierato, Editore (Owner & Founder) della testata giornalistica di Metropolitan Magazine. La scrittura è la sua più grande passione, ha scritto il suo primo libro"Il silenzio in un caffè" pubblicato nel 2013 tra i top ten e-book dei più venduti nello stesso anno. Nel 2014 si cimenta nella scrittura del suo secondo "One Way", ex speaker radiofonica. Il mondo del Web l'ha sempre affascinata e oggi ha cercato di unire le sue più grandi passioni creando Metropolitan Magazine. Metropolitan Magazine oggi è una testata nota sia a Roma che in Italia. Non utilizza nessun aggettivo per definirsi, per lei esistono solo parole "nuove" che nessuno sa. "Il mondo è di chi lo disegna ogni giorno in modo diverso, a volte anche senza matite."

Related Articles

Back to top button