AttualitàCronaca

Fase 2: ordina il caffè al bar e decide di pagarlo 50 euro “E’ il minimo”

Sceglie di pagare il caffè 50 euro. Un atto di generosità inaspettato, quello fatto da un cliente, che sceglie di rifiutare il resto dovutogli per il caffè. Una notizia molto inusuale, quella che vede come protagonista un cliente, il quale sceglie di essere molto generoso.

Paga un caffè 50 euro: “siete stati chiusi 50 giorni, è il minimo che possa fare”

Un gesto di estrema generosità, che ha come protagonista il cliente di un bar di Marsala. La Sicilia, infatti, potrà dire di aver “venduto” il caffè più costoso d’Italia, e di avere anche il cliente più solidale di tutta la penisola. Da sempre il sud è famoso per la sua storia, i beni culturali, i paesaggi meravigliosi, l’amore per la cucina. Da oggi si aggiunge un’altro primato.

La vicenda è molto semplice, ma racconta in maniera meravigliosa sia le difficoltà passate, sia lo spirito di solidarietà che può incorrere tra le persone. L’uomo, recatosi dopo 2 mesi presso il suo bar di fiducia, ordinato il suo caffè, davanti la cassiera, sceglie di rifiutare il resto datogli dopo aver pagato la consumazione.

Le parole sono state molto semplici:”Tieni pure il resto, siete rimasti chiusi 50 giorni, è il minimo che io possa fare. Un atto di solidarietà e di comprensione riguardo le difficoltà che ogni attività di ristoro, e non solo, sta provando in questo periodo. Il cliente ha quindi pagato il suo primo caffè della fase 2 ben 50 euro, motivando quasi il suo gesto come un atto dovuto.

Il cliente, quasi per sminuire il suo gesto altruistico, o forse, per sottolineare la sua gratitudine nei confronti di chi, oggi, con coraggio, sceglie di fare imprenditoria, offre una spiegazione molto semplice.”Sono una persona fortunata, ho uno stipendio da dipendente pubblico che è pagato dalle tasse che anche tu versi, a domani“.

Riconoscere la propria fortuna e, per questo, voler aiutare chi ha difficoltà, è il primo passo per poter interagire con la società, aiutandola e facendone realmente parte. Un gesto che sicuramente rimarrà nel cuore e nella mente di molte persone.

Seguici su la nostra pagina Facebook

Visita il nostro Sito Ufficiale

Back to top button