Calcio

Camp Nou-sponsor: Pornhub potrebbe dare il nome allo stadio

Il Barcellona per la stagione 2020/2021 cederà i diritti nominativi del Camp Nou ad uno sponsor per aiutare dei progetti di ricerca contro il Coronavirus. Uno dei “candidati” è uscito a sorpresa, ma i suoi guadagni non rendono impossibile l’affare.

il Cam Nou avrà uno sponsor, si propone Pornhub

Nella giornata di martedì il Barcellona ha aperto alla sponsorizzazione dello stadio Camp Nou, tramite il suo vicepresidente Jordi Cardoner: “Vogliamo lanciare un messaggio universale. Per la prima volta qualcuno avrà l’opportunità di mettere il suo nome sul Camp Nou ed il ricavato andrà ad enti benefici, non solo di Barcellona”.

Proseguendo poi in un estratto del comunicato del Barça: Il reddito generato creerà un fondo che sarà suddiviso nel modo seguente: una parte sarà destinata a un progetto sul COVID-19 guidato dagli stessi sponsor e il resto sarà suddiviso tra altri progetti che sono stati sviluppati in parallelo” (come riportato da Calcio e Finanza)
Ad inserirsi nella gara alla sponsorizzazione ci ha pensato Pornhub, sito d’intrattenimento per adulti che ha espresso questa volontà tramite un tweet, in maniera più o meno ironica.

Camp Nou sponsor
“Pornhub Stadium suona davvero bene”. Questa la risposta dell’account twitter alla notizia di ESPN
Photo Credits: Twitter

I numeri rendono possibile l’operazione?

Il tutto può sembrare goliardico ma i numeri possono far diventare serio l’argomento. Pornhub fa parte del gruppo “MindGeek” che detiene una sorta di monopolio nel mondo dei video erotici essendo proprietaria, oltre di PornHub stesso, dei siti Youporn e Redtube. Inoltre l’azienda possiede diverse compagnie di produzione pornografica, tra cui Brazzers, Digital Playground e molte altre.
MindGeek può contare su 115 milioni di utenti giornalieri (Youtube ne ha 30) e la sede ufficiale residente in Lussemburgo permette diversi sgravi fiscali, nonostante ci siano stati problemi a riguardo negli ultimi anni. I dati sui guadagni di MindGeek sono controversi a causa dell’estrema diversificazione della stessa che gestisce più di 100 siti, sostenibili grazie a server più potenti di Facebook, Twitter e Youtube.
La certezza sta nel valore societario: più di due miliardi di dollari, così come il fatturato che supera il mezzo miliardo.

Un confronto

Passando alla pratica: si può osservare l’accordo tra la Juventus e la società Allianz che garantirà ai bianconeri 103 milioni in totale per il periodo 2023-2030, ossia 14,7 milioni a stagione. il valore del marchio “Juventus” è stimato in 643 milioni di euro mentre quello del Barcellona è di 1.34 miliardi di euro: più del doppio.
Questo può far intuire che la sponsorizzazione per il Camp Nou potrebbe avere un costo stagionale quantomeno raddoppiato rispetto allo stadio della Juve. Ciò fa pensare che la spesa per vedere il nome della propria azienda sul Camp Nou sia non meno di 30 milioni di euro a stagione, considerando che un ipotetico accordo si fermerebbe al solo stadio, escludendo maglie e kit d’allenamento. Cifre importanti ma non impossibili per un colosso come MindGeek.

Il tweet sarà probabilmente ironico e l’account di Pornhub si dimostra molto attivo in materia, inoltre il tabù dell’argomento trattato rende difficile pensare ad una vera collaborazione tra il Camp Nou e il sopracitato sponsor. Abitualmente vediamo stadi che recano il nome di macchine, rasoi, assicurazioni e birre… ma il giorno in cui PornHub promuoverà un’attività fisica (pubblica) non sembra essere così lontano.

Per rimanere aggiornati seguite la Nostra Pagina Facebook

Back to top button